domenica 17 dicembre 2017    Registrazione  •  Login
 
   
 
   
   
   
 
 
20/04/11 LA MATEMATICA E' ANCORA OTTIMISTA

 

20/04/11. Come spesso accaduto nelle ultime stagioni sarà ancora una volta il campo Martellini di Porto Sant’Elpidio a decidere la data delle vacanze del Casette d’Ete. A novanta minuti dal termine del campionato i conti ormai sono belli chiari e le poche ipotesi rimaste sia in vetta che in coda rendono aperte le ultime speranze di chi non vuole retrocedere e di chi spera ancora in un posticino d’onore. Come ad esempio il Casette che, obbligato a vincere, potrebbe a quel punto trovarsi a pari merito a 48 punti insieme a Francavilla o Villa 2003 o addirittura con entrambe. Ma in quest’ultimo caso la classifica avulsa condannerebbe al nulla di fatto il Greci team.
Di fronte però avrà la compagine di mister Cannoni assetata di punti salvezza; la Vis infatti potrebbe anche perdere se la gara Firmum-Telusiano dovesse finire in parità ma se una delle due vincesse sarebbe costretta a vincere per la salvezza diretta mentre con il segno X dovrebbe ricorrere allo spareggio con una delle due inseguitrici.
Ovviamente un odorino di “biscotti” e la mancanza di motivazioni per molte squadre ormai fuori dai giochi è più che naturale in questo periodo ma per i biancorossi, dopo una lunga rincorsa, tentar non nuoce.
 
 
CASETTE D’ETE          2               
VIGOR S.ELPIDIO        0
 
CASETTE D’ETE: Follenti, Greci Roberto, Corvaro, Formentini (53’ Rogani), Cerolini, Grioli, Mariani, Proculo, Scalese (82’ Malavolta), Macellari, Tombolini. A disp.: Cataldi, Tracanna, Amaolo, Rosati. All. Greci Ronaldo.
VIGOR S.ELPIDIO: Di Ridolfo, Viozzi, Clementi, Loretani, Paolini, Fabi, Leoni, Cozzi (80’ Bianconi), Raffaeli (87’ Pieroni), Di Ruscio, Spina (78’ Liberati). A disp.: Pasquarè, Cannone, Acciarrini, Panciotti. All. Ciarapica.
 
ARBITRO: Urbinati di Ancona.
 
RETI: 47’ Scalese, 90’ Rogani.
 
CASCINARE – Giornata ideale su di un campo in perfette condizioni per il derby del girone di ritorno.
All’8’ azione di Cozzi dalla destra che poi va al tiro ma Follenti para.
Al 29’ palla di Proculo sulla sinistra per Tombolini che avanza spedito verso l’area ma Di Ridolfo in uscita para e sulla respinta la difesa spazza.
Al 32’ punizione a pallonetto di Proculo sulla destra per Macellari che controlla, entra in area e scodella il cross sul palo lontano dove Cerolini sbaglia clamorosamente la battuta a rete di piatto e calcia al lato.
Al 37’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo dalla destra palla uscita sulla trequarti e tiro di Corvaro che arriva dalle retrovie ma Di Ridolfo respinge parando.
Al 43’ colpo di testa di Cerolini che si stampa sulla traversa e la difesa spazza.
Al 44’ tiro da fuori di Di Ruscio che scheggia la traversa superiore.
Al 2’st calcio d’angolo dalla destra di Proculo e Scalese insacca con un gran colpo di testa da posizione centrale.
Al 5’st calcio d’angolo dalla sinistra e colpo di testa di Mariani ma Di Ridolfo si supera con uno spettacolare colpo di reni all’indietro deviando in corner.
Al 7’st pericolosa discesa sulla destra di Leoni con tiro ma Follenti para.
Al’9’st tiro di Rogani dalla distanza con palla che si abbassa pericolosamente verso la porta ma esce sopra la traversa.
Al 15’ fallo da  ultimo uomo, fuori area, di Fabi su Rogani lanciato solitario verso la porta: espulsione del giocatore ospite e calcio di punizione assegnato. S’incarica Proculo della battuta indirizzando il suo tiro sotto l’incrocio ma Di Ridolfo ci mette ancora una pezza e vola a deviare in corner.
Al 16’ st colpo di testa di Cerolini ma Di Ridolfo blocca.
Al 17’st contropiede di Spina sulla sinistra e prova il colpo a giro ma la palla scheggia il palo più lontano da Follenti ed esce sul fondo.
Al 41’st tiro di Loretani dalla destra che esce sopra la traversa.
Al 44’st azione sulla destra di Rogani che entra in area e tira toccando solo il palo esterno.
Al 45’st contropiede sulla sinistra di Proculo che serve palla verso destra dove Rogani controlla e con un gran destro fredda Di Ridolfo sulla sua sinistra con la palla che ferma la sua corsa dopo aver carambolato su entrambi i pali.
 
 
Il pagellone
FOLLENTI 6   Nessun grosso guaio
GRECI   6,5    Prova a sfruttare la fascia senza troppi risultati
CORVARO 7   Tiene banco con lucidità
FORMENTINI 6,5 Si ritrova dopo un po’ di sbandamento
53’ ROGANI 6,5 Efficaci incursioni per mettere a tappeto il pugile ormai sanguinante
CEROLINI 7   Se la sguazza in mezzo e torna a fare il cecchino fisso in area
GRIOLI 7,5 Chiude varchi e scherma Follenti
MARIANI 6 Niente di entusiasmante stavolta
PROCULO 7   La sua finta costringe Fabi al fallo da ultimo uomo su Rogani. Avanti il prossimo.
SCALESE 7 Apre ancora le marcature. Ora ci mette anche la testa.
82’ MALAVOLTA 6 Fiato dell’ex sul collo della Vigor.  
MACELLARI 6,5 Rifiata più spesso del solito ma dinamismo come… al solito
TOMBOLINI 6,5 Fa molto bene sulla fascia collezionando anche buone occasioni.
03/04/11 E NON FINISCE QUI

03/04/2011
Tante congratulazioni alla Pinturetta Falcor che se ne va in Prima Categoria con tre giornate di anticipo. I campioni sono loro e non poteva essere altrimenti dopo un lungo cammino in testa alla classifica del girone e con una sola sconfitta all’attivo.
Il Casette invece, perdendo la sfida proprio contro la capolista, volta quasi definitivamente le spalle alla zona Play Off dopo una rincorsa durata 5 giornate e nelle quali aveva collezionato 5 vittorie consecutive. Un sogno dunque che si infrange malamente e che lascia giustamente un po’ di amaro in bocca ma è anche vero che alla squadra non si può rimproverare nulla e ce l’ha messa tutta per tenere testa a tutte le formazioni. Il campionato però non finisce così ed anzi c’è un mese per dimostrare che il Casette d’Ete ha tenuto davvero testa al podio e che la sua posizione di classifica finale dopo le trenta giornate ne sarà la riprova. Anche perché la matematica lascia l’ultimo lumicino ancora acceso. Sabato prossimo sfida contro l’Azzurra Fermo alle ore 16.00.
 
PINTURETTA FALCOR 3
CASETTE D’ETE          2               
 
PINTURETTA FALCOR: Ciarrocchi, Marchesani, Verdecchia, Diomedi, Vergari, Scalabroni (80’ Paccapelo), Emili (46’ Anastasi D.), Battilà, Castellucci, Florea (46’ Bassarelli), Pennente. A disp.: Ciarrocca, Montecassiano, Peroni, Transatti. All. Marcotulli.
CASETTE D’ETE: Follenti, Greci Roberto, Corvaro, Tombolini (75’ Rogani), Cerolini, Grioli, Formentini (51’ Mariani), Proculo, Scalese, Rosati (12’ Rossi), Macellari. A disp.: Tracanna, Amaolo, Malavolta, Cataldi. All. Greci Ronaldo.
 
ARBITRO: Santirocco di San Benedetto del Tronto.
 
RETI: 1’ Scalese, 50’ Pennente, 58’ Bassarelli, 85’ Castellucci 91’ Proculo.
 
CORVA DI PORTO SANT’ELPIDIO – Temperatura estiva per il big match della giornata. Il primo tempo è decisamente a favore degli ospiti e l’inizio ne è la dimostrazione. Al primo minuto azione sulla destra di Proculo che viene ribattuto dalla difesa, riprende Tombolini che gira centralmente palla a mezz’altezza sulla tre quarti per Scalese che calcia al volo di destro in semirovesciata una sassata che Ciarrocchi in tuffo non riesce neanche a sfiorare e lo trafigge sulla sinistra.
Il Casette chiude bene gli spazi e trafigge in contropiede con azioni in velocità di Greci e gli scambi di Scalese con Proculo, mentre la Pinturetta cerca il pareggio in modo confuso e le azioni si infrangono su Cerolini e si spengono ancora prima di entrare in area con Follenti quasi inoperoso. L’uscita di Rosati al 12’ però incrina un po’ gli equilibri della gara nel secondo tempo dove la Pinturetta cambia volto innestando dal 46’ un attacco atomico capace teoricamente di 60 gol a campionato. Ma la difesa ospite ancora regge e addirittura al 49’ Scalese serve Proculo che si inserisce centralmente solitario sulla trequarti invece di avanzare nei pressi del dischetto del rigore tira da fuori e Ciarrocchi blocca con tranquillità la possibile azione dello 0 a 2.
Passa un minuto e la legge del gol mancato prende efficacia con Bassarelli che batte dalla sinistra una lunga rimessa laterale che Pennente appostato centralmente in area scaraventa un gol con una bella rovesciata.
8’ dopo Anastasi D. salta in velocità Greci e calcia in diagonale verso il palo più lontano dove Bassarelli si lancia come un falco e insacca di piatto a fil di palo. Il Casette prova a rifarsi vivo con Proculo che spalle alla porta riesce comunque a girarsi in area e calciare in porta sfiorando la traversa. Al 70’ ancora Proculo da calcio d’angolo trova pronto Ciarrocchi che devia. All’85’ però punizione veloce di Anastasi dalla sinistra e colpo di testa vincente di Castellucci lasciato solo davanti a Follenti.
Il Casette non molla almeno l’onore e Proculo approfitta di un lungo rinvio seminando la difesa e trafiggendo Ciarrocchi con un preciso diagonale dalla destra.
 
FOLLENTI 6  Un tempo di sola attenzione e un tempo per sudare freddo.
GRECI 6- Dopo un grosso primo tempo cede all’artiglieria locale. 
CORVARO 7  Di là si passa poco e il fuoco nemico si concentra dalla parte opposta.
TOMBOLINI 5 Mai in partita va in affanno con tutti: un lontano parente del miglior Andrea.
 ROGANI 6,5 Esegue gli ordini di Greci alla perfezione
CEROLINI 9 Cittadino onorario di Casette
GRIOLI 7 Lo tsunami rossoblu lo travolge solo nel finale
FORMENTINI 5,5 Quando l’arbitro diventa il nemico numero uno si fa poca strada
MARIANI 6 Entra in gara con il guizzo giusto ma può poco.
PROCULO 6 Sbaglia il 2 a 0 clamorosamente. La missione salvezza però è roba sua.
SCALESE 7 Lotta e sgomita (in senso buono) con tutti e apre con una perla un sogno che poi si chiude male.
ROSATI 6 S’infortuna e lascia campo libero alla capolista
ROSSI   6 Anche se a freddo fa molto bene ma perde le staffe inutilmente
MACELLARI 6 Le sue trame funzionano a tratti e non riesce a sfogare al meglio.

 

22/03/11 Messaggio di cordoglio

Ciao Dewid, animo forte dal cuore gentile. Un abbraccio al babbo Otello, alla mamma Vittoria e al fratello Rudy.

21/03/11 LA FEBBRE SALE A 39

 

21/03/2011. Come previsto la scorsa settimana anche la prossima sfida contribuirà a dire “di che segno è” il Casette. Vincere in casa del Telusiano dove in precedenza solo il Piane di Falerone e il Villa 2003 erano riuscite a farlo stà a significare la forza di un gruppo che ormai da tutto al solo scopo di fare il massimo in quel che è rimasto di questo entusiasmante e difficile torneo.
Anche se non ancora matematicamente, la salvezza diretta può considerasi una pratica quasi chiusa grazie alle cinque vittorie consecutive collezionate in quest’ultimo periodo e contro il Francavilla si presenterà la ghiotta occasione di fare capolino in una zona di classifica insperata fino a qualche mese fa.
Forse non poteva capitare avversario peggiore per l’occasione: una delle migliori difese e un ruolino positivo che dura da 11 turni sono segni distintivi che devono far tenere alta la guardia. Anche considerando che altre tre/quattro squadre alle spalle fanno ancora sentire forte il proprio fiato sul collo del Casette.
L’appuntamento è per sabato prossimo presso l’impianto di Capodarco di Fermo alle ore 15.00
 
TELUSIANO                 1
CASETTE D’ETE          3               
 
TELUSIANO: Di Marco, Marignani, Bracalente, Cardarelli, Temperini, Giaconi, Giunchi, Lelli, Pompei, Giannoni, Corallini. A disp.: Berdini, Coppini, Montecchiari. All. Paolucci.
CASETTE D’ETE: Follenti, Greci Roberto, Corvaro, Malavolta, ( ), Cerolini, Grioli, Macellari, Proculo, Scalese, Rosati (91’ Amaolo), Rossi. A disp.: Tracanna, Mariani, Tombolini. All. Greci Ronaldo.
 
ARBITRO:  di S.Benedetto.
 
RETI: 12’ Giannoni, 47’ Scalese, 55’ Proculo, 76’ Rogani.
 
VILLA SAN FILIPPO – Ormai sappiamo il tipo di partite che ci riserva il campetto di Villa San Filippo, tutta grinta, concentrazione massima necessaria e pallone sballottato qua e di là come in un flipper.
Non ci sono grossi sussulti nei primi dieci minuti poi al 12’ bella triangolazione in area ospite con Pompei che serve di prima un inserimento di Giannoni sulla destra il quale batte Follenti con un diagonale rasoterra.
Il Casette prova a rispondere con Malavolta con un tiro centrale ma Di Marco para e poi con Proculo che dopo un dribbling calcia fuori. Al 40’ punizione smarcante sulla sinistra di Proculo che lancia Macellari solitario in area piccola ma Di Marco si trova incredibilmente addosso un tiro poco angolato.
Nella ripresa il risultato torna in parità quasi immediatamente e al 47’ su assit di Proculo dalla destra Scalese calcia, in posizione d’area centrale, un gran sinistro al volo che pietrifica Di Marco e lo infila alla propria destra.
Passano pochi minuti e Proculo vince un contrasto sulla trequarti e all’improvviso calibra un pallonetto da cineteca che, si alza alto scavalcando difesa e portiere e infilandosi all’incrocio dei pali alla sinistra dell’estremo difensore.
Il Telusiano a questo punto accusa il colpo e il Casette infierisce. Dal limite al 60’ prova la punizione Rossi ma Di Marco toglie la palla diretta all’angolino basso con una parata in tuffo.
Al 76’ inserimento di Macellari sulla destra che scarica un forte diagonale indirizzato verso il palo lontano ma che, destinato a lambire esternamente il palo stesso, Rogani e lesto a corregge in rete.
All’80’ ci prova Grioli con un calcio piazzato dalla distanza ma la barriera respinge.
All’82’ punizione centrale dal limite di Giannoni ma la sfera esce alta sopra la traversa.
 
 
FOLLENTI 6,5 Precisione sottoporta e reattivo. Sulle uscite lascia via libera alla difesa che gli gioca a ridosso.
GRECI 7   Pochi problemi dalle sua parti ma sventa tutto con lucidità.
CORVARO 7  Nel primo tempo deve fare i conti con una zonaccia ma ne esce sempre alla grande.
MALAVOLTA 6 Sfrutta poco le grandi chance che gli si aprono. Il primo tiro è suo.
    ROGANI 6 Si brucia e si innervosisce in pochi minuti. Però sfrutta tutti i suoi guizzi e mette il timbro finale sulla gara.  
CEROLINI 7  E’ la contraerea più efficace del dopoguerra.
GRIOLI 7  Colonna d’Ercole nello stretto di Telusiano
MACELLARI 7 I locali non provano neanche a fermarlo... non ci si riesce?  
PROCULO 7,5  Il colpo di biliardo copre in parte qualche stop sfuggito di troppo.
SCALESE 7,5 Operoso nel primo tempo ha poi il merito di sbloccare i biancorossi con bellissimo tiro al volo.
FORMENTINI 6,5 Da il giusto respiro e il giusto aiuto in un momento di fatica.
ROSATI 7,5  Fa l’elastico in orizzontale. Notevole.
91’ AMAOLO s.v.
ROSSI 7 Sembra un paradosso ma lui ci mette il fisico in una giornata in cui la corsa non è possibile.
16/03/11 VENTO FORZA 5

 

16/03/2011. Ormai destinato a giocare sempre in trasferta per le note vicende alluvionali il Casette non si perde d’animo e conquista un altro sorriso in questa ultima fase del campionato. Con una sonora cinquina hai danni dela Due Emme infatti raccoglie un altro importante successo che la mette quasi definitivamente al riparo da brutte sorprese di classifica. Ora però la tranquillità dovrà fare da ponte per quello che potrebbe essere l’inizio di una seconda e più appetibile fase di campionato o al contrario di uno scivolare verso fine aprile senza mordente e obiettivi da cogliere.
Le prossime due sfide, contro Telusiano prima e contro Francavilla poi diranno la verità. 
 
CASETTE D’ETE          5               
DUE EMME                  3
 
CASETTE D’ETE: Follenti, Greci Roberto, Corvaro, Formentini (46’ Tombolini), Cerolini, Grioli, Macellari (75’ Malavolta), Proculo, Scalese, Rosati, Rossi. A disp.: Tracanna, Amaolo, Della Valle, Mariani, Rogani. All. Greci Ronaldo.
DUE EMME: Simoni, Monti, Scoccia, Smuccia (63’ Pistolesi), Contigiani, Cruciani, Metaj (46’ Ilari), Perini (65’ Nicolai), Foresi, Ungaro, Labsara. A disp.: Bonaiuto, Morichetti, Olivieri, Papiri. All. Fratini.
 
ARBITRO: Raschiatore di S.Benedetto.
 
RETI: 15’ e 53’ (su rig). Rossi, 34’ Ungaro, 40’ autogol di Corvaro, 45’ e 67’ Macellari, 92’ Nicolai, 94’ Scalese.
 
CAPODARCO DI FERMO – Gara spigolosa con entrambe le squadre molto vivaci nelle battute iniziali. Al 12’ gli ospiti provano il pallonetto dalla distanza e Follenti fa appena in tempo ad indietreggiare e respingere a pugni chiusi la palla poco fuori la linea di porta.
Al 15’ calcio piazzato di Proculo dalla trequarti destra ma praticamente sopra la linea del fallo laterale: palla scodellata in area e ribattuta più volte dalla mischia venutati a creare ma nell’ultimo disimpegno la sfera esce centralmente appena fuori dall’area dove Rossi ben appostato calcia al volo un preciso rasoterra che s’insacca a fil di palo alla sinistra di Simoni che viene spiazzato e resta immobile.
Al 20’ Proculo siglare il raddoppio ma da buona posizione sulla sinistra entra in area piccola e, disturbato anche da un precario equilibrio, spara sulla rete esterna fuori dal primo palo.
Al 34’ punizione centrale pericolosissima dal limite ed infatti lo specialista Ungaro con un destro liftato scavalca la barriera e mette in rete a fil di palo il gol del momentaneo pareggio.
La gara e gli animi cominciano a scaldarsi e sei minuti dopo il Casette dorme sonni profondi quando, intenta a protestare con l’arbitro per un calcio di punizione contrario, e non si accorge che lo stesso calcio piazzato è stato battuto sulla parte sinistra dell’area e Ungaro scodella al centro una rasoiata a filo d’erba; Follenti in tuffo non intercetta e Corvaro nel tentativo di disimpegno fa carambolare addosso al proprio portiere la palla che poi finisce in
Sul finire di primo tempo, nel secondo minuto di recupero grande intuito di Macellari che crede nel recupero di un lungo lancio creduto da molti destinato al fondo campo e dopo aver dribblato il recupero del difensore più vicino e il portiere imprudentemente uscito dall’are piccola inventa un gran tiro da posizione impossibile con il sinistro infilando il pallone in rete sotto la sette più lontano e agganciando un importante 2 a 2 prima dell’intervallo.
Al 5’st pericolosa azione centrale di Ilari che poi va al tiro dalla destra.
Al’8’st netto fallo di mano al limite dell’area di Monti che intercetta un traversone di Greci con il braccio e l’arbitro assegna il calcio di rigore tra le proteste ospiti per la dubbia posizione: se dentro o fuori dall’area.
Dal dischetto batte Rossi che non sbaglia. La Due Emme si disunisce e al 12’ Macellari conquista palla sulla sinistra e dopo essere entrato in area sigla anche lui la doppietta personale con un forte rasoterra.
Al 13’st prima del riavvio del gioco Foresi viene espulso per proteste.
Al 22’st para Follenti su Ungaro.
Al 30’st tiro di Scalese dalla distanza e il portiere para.
I minuti finali si riaccendono quando al 47’ Cruciani tira da fuori area, Follenti para in tuffo sulla sua destra ma non trattiene e non ha il tempo per rialzarsi a contrastare il colpo di testa di Nicolai che appostato davanti alla porta mette in rete. Gli ospiti si gettano allora in avanti e lasciano campo al Casette che al primo contropiede utile consentono a Proculo di andarsene solitario sulla destra e servire in area l’accorrente Scalese che davanti a Simoni deve solo spingere in rete e chiudere definitivamente il match.
 
FOLLENTI 6 Sul primo gol perde la sfida con la volpe Ungaro. Esperienza da far maturare.
GRECI 8   Una grossa partita, tanta sostanza e tanta testa
CORVARO 7 Nella frittata del secondo gol può poco. Per il resto si fa garante delle scorribande di Macellari.
FORMENTINI 5,5 Va un po’ a zonzo prima di innervosirsi senza motivo. 
46’ TOMBOLINI 6 Entra subito in partita senza strafare ma rendendosi utile sulla corsia ormai libera.
CEROLINI 6,5 Grinta e posizione giuste.
GRIOLI 6,5  Azzecca la tattica contro Ungaro: allontanargli la palla dalle vicinanze oppure non aggredire mai.
MACELLARI 8  Con la solita caparbietà inventa l’eurogol del momentaneo ma decisivo pareggio e nella ripresa chiude il conto.
75’ MALAVOLTA 6,5 Da una mano a centrocampo nel momento della difficoltà.
PROCULO 7 …E il quinto giorno si riposò! Non va in gol per altruismo e imprecisione ma i suoi lampi illuminano comunque la strada biancorossa.
SCALESE 6,5 Utile con intelligenza è più pratico del solito e poi sigla la cinquina.
ROSATI 8 Si fa trascinare dalla forza della squadra e tiene il centrocampo da solo. 
ROSSI 8,5 Parte in sordina ma si accende con il primo gol. Nella ripresa gioca praticamente senza avversari.
  
02/03/11 IL TITOLO FATELO VOI
25/02/11 GARA RINVIATA

Causa neve la gara PIANE DI FALERONE-CASETTE D'ETE è stata rinviata a sabato 5 Marzo ore 15 presso l'impianto sportivo comunale "A. Postacchini" di Capodarco di Fermo.

22/02/11 QUANDO IL FERRO VA BATTUTO CALDO

 

 

22/02/2011. Manca una gara prima della consueta sosta carnevalizia. Per non subire ulteriori scherzi oltre a quelli previsti dal calendario e necessario chiudere la fase invernale con il sorriso oltre che con i coriandoli. Il periodo trascorso fin qui è sicuramente positivo; la stanchezza e le squalifiche, a turno, cominciano a farsi sentire nel dispendio settimanale ma è normale che sia così. Da marzo però si darà il via alla parte clou del campionato con sette gare che chiamarle “sette finali” è praticamente scontato soprattutto se gli obiettivi in ballo restano distribuiti e possibili un po’ per tutti. La sconfitta rifilata alla New, al momento diretta concorrente, mette un tassello quasi decisivo nella strada verso la salvezza ma i giochi non sono ancora chiusi perché è evidente la vivacità che in coda non lascia spazio a rilassatezze.  
Sabato prossimo a Falerone la posta in palio dunque sarà sempre la stessa per il Casette: punti o punto importanti. Forse dopo questi novanta minuti si potrà capire anche che tipo importanza dare al risultato ma per tentare in una direzione piuttosto che un’altra non c’è momento migliore di questo.
 
CASETTE D’ETE          2              
NEW GENERATION      1
 
CASETTE D’ETE: Follenti, Greci Roberto, Corvaro, Tombolini (65’ Rogani), Cerolini, Grioli, Rossi, Proculo, Macellari, Rosati, Di Giminiani (80’ Malavolta). A disp.: Della Valle, Formentini, Scalese. All. Greci Ronaldo.
NEW GENERATION: Santarelli, Recchi, Roso Gianluca (70’ Muzi), Cordola, Ruta (49’ Roccafoglie), Moriconi, Gramaccioni, Iacopini (83’ Palloni), Marchionni, Montingelli, Ciuccarelli. A disp.: Roso Manuel, Giosuè. All. Coccia.
 
ARBITRO: Farroni di Fermo.
RETI: 25’ Montingelli (rig.), 40’ e 70’ Proculo.
 
CASETTE D’ETE – La prima parte si svolge disordinatamente con lanci lunghi da una parte e dall’altra a cercare i finalizzatori. Al 23’ però il Casette perviene al cross dalla destra con Macellari per l’accorrente Rossi che solo in area piccola davanti a Santarelli calcia al volo ma spara alto sopra la traversa.
Al 25’ invece l’ennesimo lancio dalle retrovie della New imbecca il giusto movimento di Montingelli che si accentra dalla destra e aggancia palla sulla tre quarti dove riesce a scavalcare Corvaro il quale tenta di riconquistare palla ormai in ritardo e lo stesso Montingelli trova con astuzia il contatto appena all’interno dell’area. L’arbitro decreta il rigore che lo stesso Montingelli trasforma calciando abbastanza centrale.
Al 40’torna la parità con una azione di Proculo sulla sinistra che entra in area e dopo un dribbling secco insacca con un forte rasoterra sul secondo palo.
Al 43’ punizione di Di Giminiani dalla destra ma Santarelli para in tuffo sul primo palo.
Nella ripresa la squadre si allungano. Al 10’ st punizione molto defilata di Montingelli, quasi un corner dalla sinistra ma Follenti respinge di pungo sul fondo nei pressi del primo palo.
Al 25’ st punizione interessante di Di Giminiani dal limite destro ma il tiro di sinistro esce alto poco sopra la traversa.
Al 35’ st aggancio e controllo di Proculo in area sulla sinistra che poi semina due difensori con una veloce serpentina e riesce a scaricare un preciso diagonale alle spalle di Santarelli che si distende ma viene trafitto sul palo lontano.
 
FOLLENTI 6,5   Un solo intervento diretto. Precisa la gestione dei tiri da fuori.
GRECI   6  Nel primo tempo tiene a bada Ruta poi vita facile nella ripresa
CORVARO 6+ Non anticipa l’unico pericolo ospite e paga subito pegno. Si rifà dopo con attenzione e tranquillità utili.
TOMBOLINI 6- Momento di girovagare nel campo con idee poco lucide
(65’ ROGANI) 6 Si accorgono di lui e lo neutralizzano subito con interventi diretti. Poco furbo. 
CEROLINI 6,5 Blocca l’asse centrale con solito mestiere e olio di gomito
GRIOLI 7   Fa il cursore davanti a tutta l’area eliminando come una cancellina i segni di gessetto che sfuggono al Cero.
MACELLARI 6   Si alterna tra la fascia e il centrocampo apportando posizione.
PROCULO 8   … “Ho visto cose che voi umani non potreste mai immaginare” …se anche voi le volete vedere venite a Falerone
ROSSI 6,5 Marca il solito cartellino dell’occasionissima e riprende un po’ quota rispetto alle ultime prestazioni.
ROSATI 7   Ha il solito trattamento speciale dai mastini della New. Ha però lo spirito giusto per l’occasione e si rialza con più forza ad ogni frustata.
DI GIMINIANI 6- La mira c’è ma la forza e la forma no. L’arma in più che può scardinare al momento giusto.

(80’ MALAVOLTA) 6,5 E’ l’inserimento giusto per non dare ragionamento ai rifornimenti delle retrovie osp

14/02/11 OK IL MOMENTO E' GIUSTO

.

 

13/02/2011. Anche questa settimana c’è la conferma che la lotta da fare dovrà essere serrata. La Pinturetta resta leader senza strafare ma in questa seconda parte del campionato c’è il Francavilla che invece spinge forte ed è in testa al girone di ritorno con 14 punti conquistati su 18. Il ruolino è da prima della classe e già a farne le spese è stato il Piane di Falerone, raggiunto e poi scavalcato nel quinto posto utile play off. I giochi dunque sono serrati e come già anticipato questo è il momento in cui si vedranno i frutti del lavoro invernale e della maggiore esperienza. Il Casette incamera il quinto risultato utile consecutivo e sembra pure che qualche golletto in più possa arrivare. Purtroppo anche sotto c’è ancora da sudare e sabato prossimo il risultato positivo è d’obbligo prima di affrontare l’insidiosa trasferta di Falerone. Tra le mura amiche però arriverà la famigerata New Generation squadra dalle mille risorse soprattutto in attacco con il duo Palloni-Montingelli e l’ex Ruta di cui molto bene conosciamo le qualità e il guizzo felino. Questa volta però, ne siamo certi, ci sarà poca trippa per gatti.  Gara alle ore 15.00.

NUOVA MAGLIANESE 1
CASETTE D’ETE  2              

NUOVA MAGLIANESE: Cesetti Roberto, Del Dotto, Liberati, Costarelli, Franconi, Crudeli, Mancinelli (15’ Vitali, 65’ Polimanti), Silenzi Daniele, Catalani, Silenzi Stefano, Balestrini. A disp.: Anibaldi, Barone, Cesari, Fagiani, Cesoni. All.: Cesetti Fabrizio.
CASETTE D’ETE: Follenti, Greci Roberto, Corvaro, Formentini (66’ Rogani), Cerolini, Grioli, Macellari, Proculo, Rossi, Rosati, Di Giminiani. A disp.: Tracanna, Della Valle, Malavolta, Scalese. All. Greci Ronaldo.

ARBITRO: De Angelis di Ascoli.
RETI: 5’ Proculo, 70’ Rogani, 75’ Silenzi S..

MAGLIANO DI TENNA –  Giornata soleggiata ma freddina e nonostante il campo in pessime condizioni soprattutto a centrocampo partono meglio gli ospiti. Dopo averci provato già al 2’ senza successo, Macellari ritenta cinque minuti dopo il traversone dalla destra verso la parte sinistra dell’area, si trova all’appuntamento Proculo che aggancia, elude il diretto difensore fintando il tiro di sinistro ma calciando di destro e Cesetti viene trafitto con un secco diagonale.
Al 20’ calcio d’angolo dalla destra di Di Giminiani e palla ad effetto che si stampa direttamente sul palo di porta più lontano e torna in campo per poi essere spazzato dalla difesa.  
Nella ripresa pronti via e subito al 2’st occasione per Proculo che arriva palla al piede in area piccola supera in dribbling il portiere ma da posizione angolata calcia sull’esterno destro della rete di porta. 
Al 64’ Di Giminiani calcia al lato solo davanti al portiere.
Al 70’ girata al volo di tacco sulla tre quarti di Proculo per Rogani che scatta sulla fascia destra bruciando l’immediato difensore ed entrato in area insacca con un preciso rasoterra.
I locali alzano maggiormente il baricentro facendo la calca in area avversaria ma ad ogni respinta efficace del Casette è contropiede: al 72’ azione simile al secondo gol per Rogani che però calcia incredibilmente fuori. Al 76’ ancora Rogani dalla destra ma stavolta tocca con la punta delle dita Cesetti che devia in calcio d’angolo. Al 79’ è Proculo a presentarsi solitario nei pressi di Cesetti ma in area serve palla a Di Giminiani che raggiunto dal difensore ripassa a Proculo al quale viene smorzato il tiro dalla difesa che recupera.  Al 75’ pericoloso inserimento tra le linee di Silenzi S. dalla destra, taglia l’area biancorossa in orizzontale e scarica un forte sinistro che viene leggermente deviato da Grioli e la palla s’insacca all’angolino basso alla sinistra di Follenti. Il gol riaccende i motori della Maglianese ma è il solo Silenzi S. a creare pericoli: all’80’incunea in area ma il suo tiro termina alto. All’87’ Follenti compie la prodezza andando a deviare sopra la traversa con un gran colpo di reni in tuffo. Al 90’ tiro ravvicinato in area con i locali che reclamano il rigore per un possibile fallo di mano di Rossi ma l’arbitro lascia proseguire fino al termine che arriva dopo 5 minuti di recupero.

Il Pagellone:

FOLLENTI  7,5   Se ci arriva lui la palla è in cassaforte. Un grosso intervento nella ripresa blocca presagi di sfortuna.
GRECI   6,5  Prima parte con discese prepotenti lungo la fascia poi si ritrae per arginare il disordinato attacco locale.  
CORVARO  6+  Ordine dalla sua parte senza sbottonarsi. Pericolosa e ingenua la punizione procurata nel finale.    
FORMENTINI  5,5  La volontà da sola stavolta non basta e a centrocampo  si aprono crepe pericolose.    
(ROGANI)  6,5  Quando entra davvero ha già fatto gol e quindi si adopera a sfoderare il suo migliore repertorio classico: non chiudere le partite.
CEROLINI  6  Fa tutto senza forzare. E’ in standby ma senza sbavature.  
GRIOLI  6,5   Più spaesato del solito nelle marcature in area ma resta sveglio fino al 95’.
MACELLARI  7   Sventaglia dalla destra per innescare il primo gol: sublime. Fulmini e saette nella sua zona, poi cala nella ripresa.
PROCULO  8  In quel tempo il messia andò subito in gol e dopo il miracolo dello Scalese si ripetè sulla via di Magliano e fece cantare l’alleluja anche a Rogani. Alzatevi e segnate.
ROSSI  5,5  Pomeriggio in chiaroscuro con un primo tempo scialbo e una ripresa disattenta: rischia il rogo nel finale. 
ROSATI  6-   Non si “strascìna” fisicamente e prova a sopperire con un po’ di grinta e di testa.
DI GIMINIANI 6,5 Nel primo tempo è incontenibile e da sfogo a bei pezzi del repertorio con corsa e un palo. Dopo un’oretta si dissolve.

06/02/11 FIDUCIA DA SFRUTTARE

 

 

06/02/2011. Una giornata speciale. Il ritorno in biancorosso di uno dei principali fautori dell’ultima promozione in Prima Categoria, ma soprattutto "il ritorno all'ovile" dopo tredici anni di uno dei giocatori più amati a Casette d’Ete aveva catalizzato l’attenzione di nuovi e vecchi tifosi locali che in buon numero sono tornati al Brancadoro agevolati anche dalla bella giornata di sole. Insomma bentornato a Proculo che forse potrà dare una mano (o meglio un paio di piedi) in più alla causa sportiva con i suoi colpi e la sua esperienza dopo anni di carriera blasonata. Contro la Palmense ci voleva una bella prova per arginare una formazione che all’andata, soprattutto nel primo tempo aveva fatto un sol boccone del Casette. La bella prova c’è stata ed il punto conquistato, ne è stato la dimostrazione. Adesso però bisogna andare ad affrontare la Maglianese con l’obiettivo di non scendere dal treno salvezza ben agganciato ma anzi rafforzare il legame anche con i vagoni di mezzo. Sabato Prossimo a Magliano di Tenna la gara inizierà alle ore 15. 
 
CASETTE D’ETE          1               
PALMENSE                  1
 
CASETTE D’ETE: Follenti, Greci Roberto, Amaolo (57’ Rogani), Tombolini,  Cerolini (80’ Proculo), Grioli, Della Valle, Macellari, Scalese (85’ Malavolta), Rosati, Rossi. A disp.: Tracanna, Mecozzi, Hallulli. All. Greci Ronaldo.
PALMENSE: Paoloni, Acciarri, Palmieri, Mancini, Ignazi, Gaggia, Heideman, Marcoaldi, Cintio (60’ Mentili), Vallesi, Teodori (77’ Russo). A disp.: Diomedi, Properzi. All.: Ercoli.
 
ARBITRO: Marchei di Ascoli.
RETI: 78’ Ingnazi, 82’ Scalese.
 
CASETTE D’ETE – Finisce come all’andata e cioè con lo stesso risultato. Ma la partita di questa volta è stata decisamente un’altra, molto più equilibrata e con molti meno tiri in porta.
Piacevole comunque da vedere, si parte al 5’ con la punizione di Rosati dalla sinistra sche sbatte sulla barriera e sulla successiva ribattuta lo stesso Rosati calcia alto.
Al 13’ Vallesi dalla destra serve Teodori centralmente con una bella palla in profondità ma l’attaccante, entrato in area, calcia debolmente fuori.
Al 32’ palla filtrante di Amaolo dalla sinistra per Rossi che arriva in area dalla parte opposta ma solo davanti a Paoloni sfiora solo l’aggancio e il portiere blocca centrale.
Nella ripresa le squadre si allungano un po’ ed i locali sono più vivaci nell’impostare azioni pericolose.
Al 78’ sugli sviluppi di un corner dalla destra della Palmense la palla arriva in area a Ignazi, arrivato dalle retrovie, il quale al il tempo di controllare di destro e calciare un arcato tiro di collo ad incrociare che s’insacca imparabilmente sotto al sette alla sinistra di Follenti.
All’82’ calcio d’angolo del Casette dalla sinistra per la spizzata di testa di Proculo che anticipa Paoloni in area piccola, A due passi arriva Scalese che di testa insacca.
All’89’ Rosati serve Proculo centralmenteRossi ha la palla del ko ma timbra il palo.
Al 95’ l’arbitro, sicuramente per inesperienza nel gestire un pareggio giusto e ormai assodato, si complica la vita dopo una buona direzione assegnando una punizione discutibile dalla lunetta dell’area locale. S’incarica Mentili che tira a mezz’altezza tra una selva di uomini asserragliati in barriera ma Follenti devia a pugni chiusi prima del fischio finale. 
 
FOLLENTI         7  Chirurgico negli interventi. Nel finale fa due salvataggi (il risultato e l’arbitro) con una sola parata.
GRECI 7   Dosa efficaci recuperi e ripartenze semplici senza concedere strani spazi.      
AMAOLO          6  Quando non lo fregano paura e fretta dice la sua
57’ ROGANI      6,5 Pochi minuti per fare a fette la parte destra degli ospiti
TOMBOLINI      6 -   Giornata no. Ci mette impegno ma poca testa e vaga spaesato per troppo tempo. 
CEROLINI         6,5 Mette ordine con efficacia finchè può. Poi stringe i denti prima del rientro ai box.  
80’ PROCULO 7   Entra il panico in area della Palmense. Highlander.
GRIOLI 6,5       Là in mezzo vuole strafare e non và. Torna nel suo orticello dopo pochi minuti ed i frutti tornano a crescere rigogliosi.
DELLA VALLE 7          Stavolta fa una grossa partita, prima al centro e poi a destra.
MACELLARI      6,5     Aiuta in stile mediano prima di accendere i suoi slalom nell’ultima mezz’ora.
SCALESE        6,5   Primo tempo insufficiente; nella ripresa approfitta di maggiori maglie avversarie e Proculo gli prepara un gol alla Gilardino.
85’ MALAVOLTA 6        Aiuta il gruppo con il proverbiale scompiglio.
ROSATI   8       Tesse la manovra dei locali dal primo minuto.
ROSSI    7,5     In partenza non ha il solito sprint ma si rifà nella ripresa. Dopo Rapagnano anche con la Palmense passano sotto al suo naso altri due punti d’oro.
 
31/01/11 DETERMINATOR

 

31/01/11. Per tirarsi fuori, almeno per ora, da una zonaccia di classifica serviva solo la vittoria ed infatti alla luce degli altri risultati del girone solo i tre punti ottenuti a Fermo hanno permesso l’uscita dai play out.
Per il morale è tanta roba ma purtroppo la strada è ancora lunga e la tranquillità vera dista almeno altri 15 punti. Quale sia il percorso più breve e facile lo devono scoprire con la stessa concentrazione di sabato scorso i giocatori che scenderanno in campo già dal prossimo match contro la Palmense che arriverà al Brancadoro sicuramente con il dente avvelenato dopo la brutta batosta interna ad opera della Due Emme.  All’andata si raccolse un buon punto ma soprattutto nel primo tempo i locali fecero vedere di che pasta erano fatti con un assedio quasi totale in area biancorossa e solo nella riprese ci furono spiragli per vedere un po’ più di equilibrio. L’appuntamento è per le ore 14.30.
 
FIRMUM                       0
CASETTE D’ETE          1              
 
FIRMUM: Cerquozzi, Morelli, Grillo (60’ Bibini), Barbaresi, Gironacci, Capancioni, Pistolesi (75’ Di Flaviano), Troyli, Spurio, Castelletti (60’ Barone). A disp.: Bentivoglio, Polini, Savini, Maurizi. All. Marrozzini. 
CASETTE D’ETE: Follenti, Greci Roberto, Corvaro, Tombolini, Della Valle, Grioli, Formentini, Macellari, Rossi (Malavolta), Rosati, Di Giminiani. A disp.: Tracanna, Amaolo, Cicconi, Rogani. All. Greci Ronaldo.
 
ARBITRO: Polizzi di Macerata.
 
RETI: 23' Di Giminiani.
NOTE: espulso Barbaresi all’85’
 
FERMO – Il Casette è sveglio sin dalle prime battute anche se la Firmum è meglio organizzata su di un campo che conosce meglio. Al 23’ da una efficace azione di Tombolini sulla destra provoca un calcio piazzato da posizione defilata alla battuta Di Giminiani da circa venti metri: tiro forte a girare con palla che s’infila a lambire il palo basso alla sinistra di Cerquozzi.
Pochi minuti dopo lo stesso Di Giminiani ha l’occasione del raddoppio raccogliendo un traversone a mezz’altezza ma al momento della botta sicura in porta viene fermato da un difensore. Nella ripresa la gara è caratterizzata da svariati capovolgimenti di fronte che portano da un lato gli ospiti ad impensierire i biancoazzurri con contropiedi che arrivano nei pressi di Cerquozzi in almeno tre occasioni mentre sul fronte opposto la Firmum crea scompiglio con mischie in area dalle quali escono fuori solo tiri fortuiti, seppur insidiosi, verso il fondo.
Al 40’ st il neo entrato Di Flaviano ha la palla del pareggio da posizione centrale ma calcia debole e Follenti blocca senza difficoltà
 
Il pagellone:
FOLLENTI 6,5    
GRECI  6,5  
CORVARO  6    
TOMBOLINI  6,5
DELLA VALLE  6,5 
GRIOLI 7 
FORMENTINI  6
MACELLARI 6
ROSSI 6
64’ MALAVOLTA 6
ROSATI 6,5
DI GIMINIANI 6,5

 

 

27/01/11 UN DESTINO DA SCRIVERE

 

27/01/11. Un punto in meno del girone di andata e soprattutto un pareggino tra le mura amiche non sono un bel biglietto da visita per andare a casa della Firmum e farsi dire: prego si accomodi.
La classifica resta corta ma ormai anche di tempo ne resta poco per rimanenere agganciati al treno salvezza e le motivazioni per farlo sembrano ormai prendere le sembianze di scuse negative e controproducenti.
La strada deve essere un’altra, quella di capire in fretta le soluzioni e non commentare i problemi. Da qui nasce anche il monito della società che, consapevole, appunto, di parte delle cause della situazione attuale sprona la squadra per ritrovare la via verso l’alto.
Sabato prossimo si torna a Fermo dopo due anni di assenza presso il campo Olimpia e dalle ore 14.30 sarà certo che la posta in palio significherà tanto.
 
CASETTE D’ETE          0              
RAPAGNANO               0
 
CASETTE D’ETE: Follenti, Greci Roberto, Corvaro, Tombolini (52’ Macellari), Cerolini (66’ Della Valle), Grioli, Formentini, Rossi, Scalese (73’ Malavolta), Rosati, Di Giminiani. A disp.: Tracanna, Amaolo, Hallulli. All. Greci Ronaldo.
RAPAGNANO: Croceri, Spaccapaniccia, Storani, Smerilli, Gentili, Marcantoni, Biancucci M., Bisconti (68’ De Cristofaro), Franchi (53’ Belletti), Badalini, Pallotti (76’ Angelelli). A disp.: Agostini, El Khalidi, Fuglini, Orsili. All. Biancucci D..
 
ARBITRO: Cicarè di Macerata.
 
CASETTE D’ETE – Giornata umida e campo allentato in più punti. Parte più animoso il Casette che già al 7’ vede Corvaro servire un buon traversone dalla destra per la testa di Scalese ma la sua girata è preda del portiere che blocca.
Al 13’ sugli sviluppi di un corner battuto da Rossi la palla scende a campanile a centro area dove Di Giminiani si coordina e spalle ala porta sfodera una perfetta rosicata: il suo sinistro però viene intercettato da Croceri. 
Un minuto dopo è Tombolini a servire Scalese che stavolta calcia di destro e sfiora il palo alla destra del portiere. La ripresa è più confusionaria ed anche se il Rapagnano bada a non prenderle si impegna con successo nel bloccare eventuali offensive locali.
Al 20’ st Rosati prova il tiro dalla distanza ma esce di poco.
Al 35’ st l’occasione della partita è sui piedi di Rossi che riceve palla dalla sinistra e solo a tu per tu con Croceri, nei pressi del primo palo calcia di destro senza piazzare nella parte destra della porta e il portiere para il tiro ravvicinato.
Al 41’st calcio piazzato da posizione interessante, battuta di Rosati a scavalcare la barriera ma Croceri salva ancora i suoi con la prodezza che toglie pallone dal sette.
 
Il pagellone:
FOLLENTI 6    
GRECI  6  
CORVARO  5,5    
TOMBOLINI  6
CEROLINI  6 
66’ DELLA VALLE 6  
GRIOLI 6 
FORMENTINI  6
ROSSI 6,5
SCALESE 5,5 
ROSATI 6
DI GIMINIANI 6,5
16/01/11 UN PUNTO D'INIZIO

 

 

16/01/11. E’ il primo del 2011 e si spera ce ne siano altri, anzi sia il primo di una lunga e necessaria serie.
Al di là di averne persi altri due come al solito nei minuti finali, il pareggio in quel di Villa San Filippo è un bottino che ridà linfa all’ottimismo necessario per risalire una classifica che ancora resta stagnante e fortunatamente raggruppata su pochi gradini, tanto più che la formazione di Brillarelli aveva perso in casa solo con la Vis e la New e quindi già per tradizione (e soprattutto per il campo) era fortino proibitivo.
Ora, prima di ospitare la corazzata Palmense (seconda miglior difesa) il calendario propone due scontri diretti importantissimi e dai quali è basilare trarre vantaggi: in primis, già sabato prossimo tra le mura amiche arriva il Rapagnano, fanalino di coda che proprio questa settimana ha centrato la sua prima vittoria ai danni della Due Emme e quindi il rispetto e la giusta attenzione sono d’obbligo contro una formazione che vede riaccendere i propri lumi di speranza.
 
VILLA 2003                   1
CASETTE D’ETE          1              
 
VILLA 2003: Pennesi, Canullo, Micucci, Caponi, Piergentili, Costà (72’ Viozzi), Mancinelli, Filomeni, Marignani (61’ Giuliani), Toscana, Peroni (65’ Iommi). A disp.: Tamburri, Nardi, Brillarelli M., Vizzi, Giuliani, Iommi, Scagnetti. All. Brillarelli R..
CASETTE D’ETE: Follenti, Greci Roberto, Corvaro, Tombolini, Cerolini, Grioli, Formentini (88’ Della Valle), Malavolta, Scalese, Rosati, Rossi. A disp.: Tracanna, Amaolo, Cicconi, Mariani, Cataldi. All. Greci Ronaldo.
 
ARBITRO: Virgulti di Ascoli Piceno.
 
RETI: 67’ autogol di Pennesi, 87’ Filomeni.
 
VILLA SAN FILIPPO – Il primo tempo da sfogo alla maggiore verve dei locali che sfruttano il fattore campo imbastendo meglio le manovre centrali e innescando veloci azioni in avanti ma la difesa del Casette è attenta e toglie le castagne dal fuoco in diverse occasioni. Dall’altra parte Rossi e Tombolini trovano spesso i varchi giusti per andare al tiro ma l’imprecisione la fa da padrona e al 30’ è Malavolta ad avere la più limpida palla gol andando al tiro appena dentro l’area ma il suo diagonale viene bloccato sulla riga linea di porta da un difensore in spaccata. Al 38’ Scalese viene lanciato centralmente solo davanti a Pennesi ma viene disturbato dalla difesa e calcia a lato.
Ad inizio ripresa i locali partono con pericolosi contropiedi ma Follenti raccoglie solo palloni alti. Al 67’ palla a campanile che arriva dalla destra scodellata da Tombolini al centro in cerca di Cerolini appostato nei pressi di Pennesi; il portiere stacca e agguanta il pallone ma nella ricaduta a terra la presa è precaria e nel tentativo di riprenderlo indietreggia verso la porta oltrepassandone la linea con l’arbitro ben appostato che convalida l’autogol locale. Al 73’ Scalese potrebbe chiudere il conto ma dopo una sua incursione sulla destra fino in area piccola il suo tiro s’infrange su Pennesi che devia in angolo.
All’87’ punizione dalla destra di Toscana che calcia la palla nella zona del palo lontano nel mezzo di una accesa mischia e dopo un primo disimpegno in cui ne fa le spese Rosati accasciato a terra l’arbitro fa proseguire e Filomeni riceve palla sulla sinistra appena fuori dell’area piccola e calcia il rasoterra che sigla il definitivo pareggio.     
 
Il pagellone:
FOLLENTI 6    
GRECI  6  
CORVARO  6    
TOMBOLINI  6
CEROLINI  6,5 
GRIOLI 6,5 
FORMENTINI  6
88’ DELLA VALLE  6  
MALAVOLTA 6,5
SCALESE 6 
ROSATI 6

ROSSI  7  

CATALDI 10 Torna a casa con addosso la maglia di gara... Quando si dice: Attaccamento alla maglia e  ai colori soclali.

10/01/11 BELLI MA SCIOCCHI

  

10/01/11. L’anno nuovo ricorda molto il vecchio. Anzi guardando il Monte Urano Calcio ha sempre lo stesso significato: sconfitta. Gli azzurri calzaturieri usano lo stesso copione dell’andata e con il minimo sforzo centrano il massimo risultato: sei punti con tre tiri. Non che abbiano rubato o subito allo stremo il gioco e le offensive del Casette ma con cinismo e scaltrezza hanno  sfruttato al meglio le magagne biancorosse. Il Casette forse è stato presuntuoso e dopo il gol del pareggio ha creduto di essere ad un passo dalla gloria perdendo la testa e le gambe per conservare almeno ciò che aveva fatto di positivo. Un peccato davvero dopo una gara giocata molto bene, con intensità con la voglia di recuperare il solito gol regalato ma alla fine si è pagato dazio. Adesso c’è un gennaio di fuoco da affrontare con tre gare che dovranno necessariamente portare punti perché non ci sarà un altro “girone di salvataggio” dopo quello di ritorno. 
 
CASETTE D’ETE          1              
MONTE URANO                       2
 
CASETTE D’ETE: Follenti, Greci Roberto, Corvaro, Tombolini, Cerolini, Grioli, Formentini, Macellari, Scalese, Malavolta (64’ Di Giminiani), Rossi. A disp.: Tracanna, Della Valle, Cicconi, Mecozzi, Cataldi. All. Greci Ronaldo.
MONTE URANO: Diomedi, Bragagnolo, Cappella, Mogliani, Luciani, Regolo, Grilli (55’ Morichetti), Federini (69’ Marcelli), Velisarescu, Fagiani, Ambrogi (55’ Visaggio). A disp.: Anibaldi, Pieragostini, Santini, Cotini. All. Cannella.
 
ARBITRO: Stracci di Macerata.
 
RETI: 36’ Federini, 74’ Macellari, 87’ Velisarescu.
NOTE: al 6’ espulso Cappella
 
CASETTE D’ETE – L’avvio è spumeggiante e la gara è sempre aperta e partono molto bene i locali. Al 3’ Tombolini tira al volo da un cross dalla sinistra e sfiora l’incrocio. Al 5’ risponde Federini dalla destra ma la  sventa con mestiere.
All’8’ calcio piazzato sulla sinistra di Tombolini: sassata da venti metri che Diomedi è costretto a deviare in tuffo sopra la traversa. Al 12’ ci prova rossi con un tiro da fuori ma la palla esce sopra la traversa.
Così mentre il Casette continua nelle sue prove da gol, il Monte Urano invece il gol lo fa davvero;
Al 36’ disimpegno frettoloso nelle retrovie locali con Formentini e Grioli rispettivamente sfortunati nell’allontanare una palla che invece torna in direzione di Follenti con la difesa in uscita; ne approfitta Federini che dalla sinistra si accentra in mezzo all’area e di destro intercetta la traiettoria della palla calciando un mezzo rigore in movimento e Follenti pur tentando la parata alla sua destra vede insaccarsi il pallone a fil di palo.
Al 1’st ci prova Rossi da fuori e i Diomedi para a terra.
Al 6’st Cappella entra con vigore su Rossi al limite dell’area e per lui scatta il secondo cartellino giallo in gara e viene espulso; dal calcio di punizione che ne deriva Tombolino spara alto sopra il montante.
Al 10 st’ occasionissima da calcio d’angolo con Rossi che batte dalla destra e Cerolini non tarda all’appuntamento con il colpo di testa ma la palla impatta sulla traversa.
Il pareggio arriva al 29’st nella concitazione di una affollata mischia in area nella quale Scalese da posizione ravvicinata non riesce a sferrare il giusto colpo mentre è ben piazzato Macellari più defilato sulla sinistra e  imbecca il tiro vincente che va in rete a mezz’altezza sulla destra. Il Casette intuisce le difficoltà ospiti e prova a premere per trovare i tre punti e al 40’ per poco Scalese non corregge in rete un tiro da fuori area di Rossi, ma la sfera esce alta sopra la traversa.
Al 42’ invece chi centra i tre punti è il Monte Urano con un contropiede solitario di Velisarescu che approfitta di una suicida posizione avanzata della difesa e dopo avere saltato Grioli sulla sinistra s’invola verso la porta e appena in area chiude la gara con un rasoterra ben piazzato su Follenti in uscita disperata. 
 
Il pagellone:
FOLLENTI 6 Sui gol si poteva affidare solo alla fortuna
GRECI 6,5 Spinge costantemente e sulla debacle finale è l’ultimo dei difensori colpevoli
CORVARO 6 Temporeggia con ordine  
TOMBOLINI 7,5 La miglior gara della stagione con intelligenza, movimento, corsa, tiro.
CEROLINI 5,5 Sventa due contropiedi sullo 0 a 1 come ultimo uomo. Ma dove c…aspita stava in quello decisivo?
GRIOLI 5,5 Si trova in mezzo ai gol ospiti. Può capitare.
FORMENTINI 6 Avvia il primo gol ma molto involontariamente poi lavora sodo.  
MACELLARI 6,5 Un piccolo Cambiasso in area. Con un po’ più di razionalità….
SCALESE 5 La filosofia da seguire: fai fare agli altri che poi faranno fare a te. C’è da lottare.
MALAVOLTA 6,5 Si dimena su tutta la fascia con grande sacrificio ma non lesina ripartenze sguscianti.
64’ DI GIMINIANI 6 Rientro positivo si muove, tira e crossa.
ROSSI 8 Un portento in agitazione continua. Per la sua miglior gara ci sarebbe voluto un risultato migliore.
 
24/12/10 DONI PREZIOSI PER IL NATALE

 

 

24/12/10.  Anche stavolta la tradizione si ripete con una vittoria prima del meritato riposo Natalizio. Si meritato perché nonostante la classifica non faccia ambire a premi speciali ed anzi si è ancora in zona play out, la prima mezza parte di campionato del Casette deve ricevere il giusto plauso per l’impegno di tutti i protagonisti in gare e allenamenti. E nelle vittorie, mancando attaccanti di blasone, la forza di questo impegno si vede tutta perché tutti contribuiscono a loro modo per l’obiettivo primario: vincere o meglio fare punti. L’anno passato il giro di boa si concluse con tre punti in più e sesto posto provvisorio a conferma delle reali diversità esistenti tra un girone a l’altro. Davanti la lotta sarà equilibrata fino al termine ma in coda sarà peggio perché squadre cosiddette materasso ancora non se ne vedono e ogni sabato sarà un sabato in cui tenere gli occhi aperti. Il campionato tornerà l’8 gennaio, ancora tra le mura amiche, ma contro il Monte Urano Calcio per un’altra gara da cui cercare di prendere il massimo.
 
CASETTE D’ETE          3              
VIS P.S.ELPIDIO          1
 
CASETTE D’ETE: Follenti, Della Valle, Amaolo (47’ Malavolta), Tombolini, Cerolini, Grioli, Formentini (83’ Hallulli), Macellari, Scalese (79’ Vissani), Rosati, Rossi. A disp.: Tracanna, Cicconi, Cataldi. All. Greci.
VIS P.S.ELPIDIO: D’Annibali, Iualè, Verdecchia, Marinelli, Macerata, Luciani, Gentili (52’ Capponi), Quintavalle, Giannini (60’ Paniccià), Mosca (74’ Rotili), Verducci. A disp.: Siracusa, Fierro. All. Lepidi.
 
ARBITRO: Micozzi di Macerata.
 
RETI: 28’ Rossi, 55’ Cerolini, 68’ Rosati, 85’ Luciani.
 
CASETTE D’ETE – Contrariamente alla neve, causa del rinvio dell’odierna giornata di campionato, il recupero della 15^ giornata si svolge con una temperatura esterna più che accettabile ma il campo risulta ancora scivoloso in alcuni punti. La gara resta vivace per tutti i novanta minuti con il primo tempo leggermente più equilibrato.
Al 11’ tiro teso a mezz’altezza di Verducci dalla sinistra che parte da fuori area e che Follenti vede all’ultimo momento per la presenza in traiettoria di alcuni giocatori ma riesce ugualmente a deviare di pugno in corner.
Al 15’ Mosca controlla dal limite e prova un pallonetto a sorpresa ma il tiro è lento e centrale e Follenti blocca agevolmente. Al 28’ discesa sulla fascia destra di Tombolini che arriva sul fondo e dopo aver dribblato due avversari serve un preciso rasoterra a centro area, dove si inserisce, nei pressi del dischetto, Rossi e con il destro insacca battendo D’Annibali ormai fuori causa.
Nella ripresa il Casette parte a basso regime ma il raddoppio ridà linfa giusta per chiudere almeno virtualmente la gara. Al 10’st calcio d’angolo di Rossi dalla destra a rientrare e Cerolini, salito dalle retrovie imbecca il giusto punto di stacco e con un perentorio colpo di testa buca la porta ospite con il gol del 2 a 0. La Vis ormai trova pochi varchi e subisce le incursioni biancorosse.
Al 23’st punizione dalla sinistra di Rosati: tiro forte con leggero effetto ma la sfera viene scheggiata dalla barriera e mette fuori causa D’Annibali ormai indirizzato verso la parte contraria a quella che aveva preso il pallone e che va ad incunearsi sotto sotto la traversa.
Al 40’st viene concesso un calcio di punizione centrale dal limite dell’area per un presunto fallo su Rotili; S’incarica della battuta Luciani che tira forte e teso in mezzo alla barriera lasciata colpevolmente aperta e accorcia le distanze. Al 43’st Malavolta tenta la via del poker ma il suo buon tiro scagliato dalla destra è facile preda del portiere. 
 
Il pagellone:
FOLLENTI                     6,5   Nessuna sbavatura, parate quasi zero; una importante all’inizio.
DELLA VALLE             6   Un buon avvio ma a tratti soffre di amnesie pericolose e nel fine cede alla stanchezza.
AMAOLO                      6    Dalla sua parte sfondano subito un paio di volte e affondano il coltello nella piaga; qunado nel finale di tempo riprende quota si infortuna.
47’ MALAVOLTA           7     Entra a bomba e fa il diavolo a quattro, rincorre, imposta, sovrappone , va al tiro.
TOMBOLINI                  6,5   Gli basta una azione per umiliare la fascia sinistra avversaria e pennellare al centro il pallone con su scritto: prego, spingere. Ce ne vogliono altri di guizzi così.
CEROLINI                     8,5   Un gol alla Matrix, alla Chiellini…. per non parlare del resto. Si gioca mezzo voto con l’infelice invenzione di un barriera fantasma sul gol ospite
GRIOLI                         7,5  Quando Cerolini comincia a lanciare saette a Luciani, è lui che s’incarica di gestire eventuali falle e tapparle nel miglior modo possibile.    
FORMENTINI                7    Taglia e cuce con forbici di ferro e aghi d’argento. Nel finale paga dazio con fiato e muscoli.  
83’ HALLULLI                6    Forse l’emozione del debutto gli frastorna le idee e tocca pochi palloni
MACELLARI                 6,5 In qua e in là, su è giù… gli viene naturale e ne giova anche la squadra. 
SCALESE                    6,5 Se aprisse di più gli sportelli e anticipasse i palloni che battezza scontati potrebbe rendere molto di più.
79’ VISSANI                 6  Lui gli sportelli li apre pure troppo, e se non ci rimette serve anche questo.
ROSATI                        6,5 Non è al top, alterna giocate irresistibili a fraseggi meno convincenti. Torna al gol con la propria specialità ed è premiato più dal tiro forte che dal giro.
ROSSI                          7,5 Ancora di destro, ma diciamo la verità… va bene anche con la punta del naso; conquista palloni pesanti e se non ne perdesse il 20% potrebbe “trasformare in oro tutto quello che luccica”. 
13/12/10 IL DERBY E' SERVITO... AGLI ALTRI

 

13/12/10.  L’atteso derby si dissolve in pochi minuti quando già nel primo tempo si capisce che non è giornata. Prima con il gol iniziale regalato agli avversari e poi con l’infortunio in un reparto già abbastanza falcidiato hanno fatto da prefazione ad un pomeriggio da dimenticare.
A conferma di ciò il fatto che la Vigor non sia stata tra le migliori squadre affrontate nonostante la sua classifica dica ben altro. Anzi nella ripresa il calo è stato vistoso ma regalare almeno due dei tre gol a coloro che statisticamente hanno il miglior attacco è come dire… prego si accomodi.
Con l’ultima giornata in programma per il 2010 c’è ora da raccogliere le forze e concretizzare tutto il possibile per risalire in fretta qualche gradino.
 
VIGOR SANT’ELPIDIO 3
CASETTE D’ETE          1               
 
VIGOR SANT’ELPIDIO: Pasquarè, Fabi (74’ Viozzi), Clementi, Cozzi, Russo, Paolini, Leoni, Raffaeli (61’ Bianconi), Panciotti (66’ Spina), Loretani, Scoppa. A disp.: Calcinari, Cannone, Cicconi, Pieroni. All. Ciarapica.
CASETTE D’ETE: Follenti, Greci Roberto, Corvaro, Tombolini (75’ Formentini), Cerolini, Grioli, Scalese, Macellari, Rogani (40’ Iacchelli), Rosati, Rossi (68’ Malavolta). A disp.: Tracanna, Ciarapica, Della Valle, Mariani. All. Greci Ronaldo.
 
ARBITRO: Bracaccini di Macerata.
 
RETI: 21’ Scoppa, 47’ Cozzi, 60’ Lanciotti, 75’ Iacchelli. 
 
SANT’ELPIDIO A MARE – Il Casette parte meglio dei locali che però accennano guizzi molto pericolosi in avanti. Al 21’ malinteso sulla fascia sinistra tra Corvaro e Rossi con quest’ultimo che nella propria trequarti serve involontariamente l’attacco elpidiense e Scoppa entrato in area sferra un forte tiro che trafigge Follenti.
Gli ospiti provano la reazione ma la 40’ Rogani è vittima di infortuno muscolare sulla destra e Greci è costretto al primo cambio. Ad inizio ripresa non c’è tempo per sperare in qualcosa di meglio e l’avvio sparato dei locali costringe Follenti a deviare in corner un tiro molto defilato di Scoppa avventatosi su una palla che sembrasse dovesse uscire. Dal relativo calcio d’angolo dalla destra Cozzi colpisce indisturbato a centro area di testa e batte Follenti nei pressi del palo alla sua sinistra.
Al 56’ occasionissima per Cerolini che dopo una mischia conquista palla sulla sinistra appena fuori dell’area ma clamorosamente il suo tiro a botta sicura è troppo centrale e viene deviato in corner da Pasquarè.
La batosta è servita al 60’ con Lanciotti che mette in rete con tiro dal limite.  Al 75’ Iacchelli accorcia le distanze, seguendo una azione sulla destra, con un bel gol di testa raccogliendo una respinta di Pasquarè su tiro da fuori.
  
Il pagellone:
FOLLENTI         5
GRECI              6,5
CORVARO       5,5
TOMBOLINI      6
75’ FORMENTINI 6
CEROLINI         6         
GRIOLI              6,5     
SCALESE        6
MACELLARI     5,5
ROGANI           5
40’ IACCHELLI 6,5       
ROSATI            5,5
ROSSI              5
26’ MALAVOLTA   6,5  
06/12/10 TUTTI IN UNA VOLTA

 

 

05/12/10.  Ci serviva una piena boccata d’ossigeno prima di affrontare gli ultimi due impegni del girone di andata e di ossigeno ne è arrivato parecchio con tanti gol e forse una maggiore consapevolezza di quello che si può fare anche in questa fase di emergenza di organico soprattutto nel reparto avanzato.
L’Azzurra è sicuramente incappata anche nella sua giornata no ed il tutto ha accentuato la buona prestazione locale.
Sabato prossimo sarà la volta del derby contro la Vigor Sant’Elpidio, l’ambiziosa formazione del capoluogo già affrontata in coppa e che farà di tutto per proseguire la sua marcia nei piani alti della classifica senza perdere terreno dalle altre big. Appuntamento dunque allo stadio Montevidoni di Sant’Elpidio a Mare ore 14.30.
 
CASETTE D’ETE          5               
AZZURRA FERMO        1
 
CASETTE D’ETE: Follenti, Greci Roberto, Corvaro, Tombolini (75’ Della Valle), Cerolini, Grioli, Mariani, Macellari, Rogani (73’ Malavolta), Rosati, Rossi (79’ Iacchelli). A disp.: Tracanna. All. Greci Ronaldo.
AZZURRA FERMO: Moreschini, Maiani, Saccoccia (69’ Gallucci), Fratini, Paccapelo, Regolo, Marzoni (71’ D’Angelo), Marini, Santoro (64’ Vitali Rosati), Teodori, Cochetti. A disp.: Menchi, Martelletti, Marcaccio, Santoni. All. Del Gatto.
 
ARBITRO: Forconi di Macerata.
 
RETI: 25’ Maiani, 36’ Paccapelo (autogol), 47’ Rossi, 55’ Rogani (su rig.), 65’ Rossi, 71’ Mariani, 
 
CASETTE D’ETE – L’Azzurra timbra per prima il tabellino ma la classifica biancorossa spinge il Casette allo scatto d’orgoglio e dopo il pareggio dilaga nella ripresa.
Al 12’ tiro di Rosati dal limite dopo una mischia in area ma la palla esce alta sopra la traversa. Al 21’ ancora Rosati al tiro ma stavolta è Moreschini ad intervenire deviando con un tuffo plastico in calcio d’angolo.
Al 25’ capovolgimento di fronte da cui scaturisce un corner per gli ospiti dalla sinistra e Maiani è lesto ad infiltrarsi dalla parte opposta dove trova il varco giusto per il tiro di destro ed insacca in mezzo ad un grappolo di giocatori.
Al 34’ traversone dalla sinistra di Rossi con palla che arriva centrale in area dove però l’accorrente Mariani, a botta sicura, spara alto.
Al 36’ Cerolini trova un varco sulla fascia destra ed appena arrivato sul fondo pennella un forte cross verso l’area piccola la cui traiettoria viene intercettata dalla schiena del Capitano avversario Paccapelo, il quale anticipa Rogani e il suo stesso portiere deviando la sfera nella propria porta.  
Il pari rimette in carreggiata i locali e già al 2’ minuto della ripresa arriva per loro il vantaggio con Rossi che ruba palla sulla sinistra e dopo aver vinto un paio di rimpalli con il suo diretto avversario supera l’uscita di Moreschini, con un pregevole pallonetto che va ad insaccarsi sotto all’incrocio lontano.
Dieci minuti dopo palla filtrante di Rosati che lancia Macellari in area sulla sinistra ma viene platealmente travolto da Moreschini in uscita bassa causandone così il giusto calcio di rigore. S’incarica della battuta Rogani che spiazza il portiere e deposita la palla con un freddo rasoterra a fil di palo sinistro e riempie così per la prima volta la casella delle sue marcature personali in questa stagione.
Al 20’ st è ancora Rosati ad innescare un’azione vincente lanciando la discesa sulla destra di Greci che  arriva al fondo e scaraventa a centro area dove Rossi insacca la quarta segnatura.
La cinquina si concretizza al 26’st con Mariani che scatta in contropiede sulla destra e accentratosi batte Moreschini con un forte diagonale indirizzato all’angolo lontano.
Al 41’st D’Angelo si da da fare in area e riesce a spizzare un buon pallone per Teodori che però “cicca” il tiro solo davanti a Follenti.
Al 44’st contropiede sulla destra di Iacchelli che arrivato in area a tu per tu col portiere gli calcia incredibilmente addosso strozzando la possibile sestina.     
 
Il pagellone:
FOLLENTI         6,5
GRECI              6,5
CORVARO       6
TOMBOLINI      7
75’ DELLA VALLE 6
CEROLINI         7          
GRIOLI             6,5     
MARIANI          6
MACELLARI     6,5
ROGANI           6,5
73’ MALAVOLTA 6      
ROSATI            6,5

ROSSI              7

79’ IACCHELLI   6

29/11/10 CLASSIFICA AVARA

 

 28/11/10. Certo, se uno sconosciuto avesse assistito alla gara del Casette contro la capolista senza sapere ne la categoria ne le posizioni di classifica tutto avrebbe pensato meno che si trattasse di Seconda Categoria ne che i locali lottassero con l’acqua alla gola. Anche il pubblico di casa col passare dei minuti si è reso conto del grande impegno dei protagonisti in campo e si è fatto ben sentire per aggiungere lo sprint del “dodicesimo”. Un partita quasi speculare con due squadre ben messe, con gli ospiti più votati al possesso palla e il Casette più incisivo nelle giocate anteriori. Purtroppo per i biancorossi il punticino smuove poco le acque ma con la capolista ci può stare e il “j’accuse” va riservato ai punti persi con scontri meno ostici. Sabato prossimo ci sarà il primo vero scontro diretto, contro l’Azzurra Fermo per tentare di tirare fuori il collo dalla sabbie prima che queste diventino mobili.

 
CASETTE D’ETE          0               
PINTURETTA F.            0
 
CASETTE D’ETE: Follenti, Greci Roberto, Corvaro, Tombolini, Cerolini, Grioli, Mariani, Macellari, Rogani, Rosati, Rossi. (87’ Iacchelli). A disp.: Tracanna, Ciarapica, Della Valle, Malavolta, Mecozzi. All. Greci Ronaldo.
PINTURETTA FALCOR: Ciarrocchi, Marchesani, Vergari, Rocchi, Orienti, Verdecchia (77’ Emili), Peroni (60’ Birilli), Battilà, Transatti (60’ Montecassiano), Anastasi D., Pennente. A disp.: Ciarrocca, Paccapelo, Montecassiano, Rosettani, Anastasi G.. All. Marcotulli.
 
ARBITRO: Gulli di S.Benedetto.
 
CASETTE D’ETE – Giornata freschina e campo scivoloso in alcune zone centrali allentate dalle piogge del venerdì. Nel primo tempo non ci sono grosse emozioni sotto porta ed anche i calci piazzati non sortiscono conseguenze apprezzabili ma è evidente la buona disposizione delle squadre, della loro tattica, della loro concentrazione.
Al 18’ Anastasi prova il tiro dalla destra e non passa distante dal palo lontano. Al 25’ mischia in velocità con Mariani e Rosati ma nulla di fatto.
Al 13’st punizione dalla destra di Grioli, il tiro è forte ma centrale e Ciarrocchi blocca a terra.
Al 17’st la più ghiotta occasione degli ospiti nasce da una veloce triangolazione a centrocampo che riesce a servire in area sulla destra il neo entrato Birilli, il quale scarica sulla palla un potente destro ma Cerolini in scivolata compie praticamente l’unica vera parata del Casette e s’immola respingendo in corner un tiro in cui Follenti avrebbe solo potuto affidarsi alla fortuna.
Pochi minuti dopo è Rossi per i locali ad avere l’occasione giusta solo davanti a Ciarrocchi ma la difesa rossoblu interviene in tempo.
Dall’altra parte nuova occasione per la Pinturetta ma stavolta con Pennente che spreca una buona occasione calciando male. All’80 ha spazio per la conclusione dal limite Rogani ma il suo esterno esce largo.
All’86’ azione corale del Casette con Rosati che riceve palla centralmente sulla trequarti e riesce a scagliare un velnoso tiro diretto all’incrocio ma la palla sfiora di poco il montante alla destra del portiere.
 
Il pagellone:
FOLLENTI         6    
GRECI              6,5 
CORVARO       6+
TOMBOLINI      6,5 
CEROLINI         8 
GRIOLI             7 
MARIANI          6
MACELLARI     6,5
ROGANI           6,5 
ROSATI            6,5 
ROSSI              6,5 
87’ IACCHELLI 6   
21/11/10 LA MISURA E' COLMA

 

   21/11/10. Partiamo con un bel plauso prima dei dolori. Dopo un lungo filotto si sconfitte (prevedibili per la grossa differenza di spessore fisico e di età) la squadra giovanissimi di mister Rosati centra la prima vittoria stagionale con un 4 a 2 casalingo meritatissimo a discapito della Palmense. Anzi sullo 0 a 1 c’è stato anche il rigore sbagliato dai nostri. Tanti complimenti ad un gruppo alle prime armi e che nel girone di ritorno, quando sarà aggregato a un torneo più alla pari potrebbe collezionare altre belle domeniche come l’ultima trascorsa.

 
Prima squadra: ci risiamo… “dopo lo ride viene lo piagne”. I gol come al solito stentato ma contro il Telusiano ci si era affidati alla volontà di ottenere il risultato a tutti i costi e quella volontà aveva dato il giusto frutto. Questa a volta a Francavilla si è creduto che ci si poteva cullare sugli allori, ci si poteva accontentare di raccogliere punti in casa, ci si poteva permettere ancora di sbagliare gol facili o decisivi, invece lo sgambetto in zona Cesarini si è ripetuto ancora e ora regalare gol e punti importanti alle avversarie è una moda che non piace più.
Il gioco, che a tratti è buono, come l’impegno e le occasioni che capitano ormai non compensa più il repertorio delle attenuanti che è arrivato agli sgoccioli. Una volta la sfortuna, una volta il tiro all’incrocio, una volta il rigore avverso inesistente, una volta la palla persa a centrocampo… tutte piccole cose ma tutti grandi indizi per fare una prova, la prova che manca attenzione nei momenti cruciali e che d’ora in poi va ricercata sin dai prossimi allenamenti, sin dalla concentrazione del pre-partita. La società non è esente da colpe e non farà attendere il gruppo per dare l’aiuto possibile ma allenatore e giocatori sono chiamati a fare lo stesso prima dell’arrivo del Natale e prima che l’aiuto del Casette Calcio si tramuti in provvedimenti più drastici. In questa stagione il Casette ogni minimo errore lo paga subito e a prezzo doppio degli altri! Sul cammino ora c’è la capolista Pinturetta ma ormai il nome della squadra avversaria conta poco… in questo momento la precedenza si chiama punti.    
 
FRANCAVILLA             1
CASETTE D’ETE          0               
 
FRANCAVILLA: Rossi, Tarquini, Corsetti, Savini, Porfiri, Vita, Ercolani Paolo (26’st Nicolai), Santoro, Silveri, Pioli (35’st Marinangeli), Wakil. A disp.: Natali, Marinucci, Ercolani Paolo, Capriotti. All. Mennecozzi.
CASETTE D’ETE: Follenti, Greci Roberto, Corvaro, Tombolini, Cerolini, Grioli, Mariani, Macellari, Rossi, Rosati (35’st Della Valle), Iacchelli. A disp.: Tracanna, Malavolta, Rogani, Vissani, Cataldi. All. Greci Ronaldo.
 
ARBITRO: Lalli di San Benedetto d. T.
RETI: 91’ Savini
 
FRANCAVILLA D’ETE – La gara si condensa in 93 minuti di giocate a viso aperto favorite dal campo piccolo e dalle vocazioni di velocità lungo le fasce delle squadre. Nel primo tempo più reattivo il Francavilla con le incursioni di Wakil e Silveri. Già al 1' va vicino alla segnatura con Ercolani parato dall’ottimo Follenti. Al 2' Wakil viene lanciato a rete da Silveri ma con il portiere in uscita effettua un lob che scavalca di poco la traversa.
Al 6' Silveri si beve tre avversari sulla linea di fondocampo si presenta davanti a Follenti che in scivolata devia a fondocampo.
Dalla porta opposta il Casette entra in partita e al 24’ Rossi F. in contropiede calcia in diagonale lambendo il palo alla destra di Simone Rossi ormai battuto. Poi ci prova Grioli su punizione dalla destra ma viene parata mentre al 37' è Rosati che va vicino alla segnatura sempre su calcio piazzato da circa 20 metri ma Simone Rossi in allungo riesce a deviare sulla traversa, la palla ricade a terra e viene spazzata dalla difesa locale.
Al 41' Wakil si libera bene ed in allungo calcia sul secondo palo senza però inquadrare la porta.
Nella ripresa meglio gli ospiti. Al punizione da 35 metri di Tombolini: sassata che batte sul palo interno alla destra di Rossi, attraversa lo specchio alle spalle del portiere, nessuno del Casette accorre e il pallone viene poi allontano da un difensore.
Al 56' Santoro taglia una palla sul secondo palo ma Tarquini in scivolata non riesce a deviare in rete.
Al 65' Silveri fa gridare al goal con una bordata dalla trequarti che tuttavia lambisce la traversa toccando la rete.
Al 85’ ci prova Macellari con un colpo di testa ma Rossi devia e la palla si stampa sulla traversa per poi tornare in mano al portiere.
La partita, quando sembra volgere al pari e patta, cambia direzione al 91' grazie ad un'avvolgente azione corale del Francavilla. Silveri conquista palla a centrocampo e la lancia sulla fascia per l’inserimento di Wakil il quale punta l'avversario, lo salta e dalla linea di fondo mette un radente al centro area del Casette. Nicolai in scivolata manca la palla che però finisce a Savini appostato sul secondo palo il quale è pronto a calciare in porta un forte tiro ravvicinato a mezz’altezza. Follenti si oppone miracolosamente d’istinto ma sulla ribattuta la palla ricade di nuovo sui piedi di Savini che questa volta riesce ad insaccare facendo passare la sfera sotto al portiere tra la disperazione degli ospiti, per l’ennesima sconfitta nei minuti finali, e la gioia dei locali.
 
Il Pagellone:
FOLLENTI         6,5
GRECI              5,5
CORVARO       5         
TOMBOLINI      6
CEROLINI         6,5    
GRIOLI             6,5  
MARIANI          5,5  
MACELLARI     6,5
ROSSI              6,5      
ROSATI            6         
80’ DELLA VALLE  6    
IACCHELLI       6
14/11/10 LATI POSITIVI

 

 

14/11/10. Un piccolo nuovo tassellino è stato messo. Ci voleva, serviva, era importante dopo una serie di “ricerche a vuoto”. Un po’ lo doveva anche la sorte ultimamente avversa in quelle gare strane in cui non si gioca male, ma si raccoglie poco.
Adesso ci sarà da trovare la continuità, questa sconosciuta che ogni squadra vorrebbe alleata forse più della fortuna. Ma ormai non ci saranno più gare di prova e di assestamento perché anche un terzo del campionato ormai se n’è andato e quello che si raccoglie ora servirà di sicuro per utilizzarlo all’arrivo della bella stagione prossima. Sabato trasferta a Francavilla d’Ete.   
 
CASETTE D’ETE          1               
TELUSIANO                 0
 
CASETTE D’ETE: Follenti, Greci Roberto, Corvaro, Tombolini, Cerolini, Grioli, Mariani, Macellari, Rossi, Rosati, Iacchelli (73’ Malavolta). A disp.: Ciarapica, Tracanna, Di Giminiani, Rogani, Della Valle*. All. Greci Ronaldo.
TELUSIANO: Di Marco, Berdini, Temperini (76’ Coppini), Cardarelli, Marignani, Ciampechini (70’ Carrer), Reucci (76’ Giunchi), Lelli, Pompei, Giannoni, Giaconi. A disp.: Boccanera, Peci, Bracalente, Bianchetti. All. Paolucci.
 
ARBITRO: Tabarroni di Ascoli.
RETI: 76’ Rossi
 
CASETTE D’ETE – Giornata mite e soleggiata. La gara parte a ritmi alti per entrambe le squadre che si affrontano a viso aperto. Così già al 1’ Rossi prova la rovesciata in area piccola cercando di deviare un bel cross di Iacchelli dalla destra ma la palla esce di poco sopra la traversa.
Al 5’ tiro di esterno di Rosati dalla destra e palla che sfiora il palo alla destra di Di Marco.
Al 10’ ci prova Grioli con una punizione ad effetto dalla destra e Di Marco blocca.
Dalla parte opposta al 20’ Reucci pennella una punizione “a giro” dalla destra per la testa dell’accorrente Pompei che colpisce ma riesce solo a sfiorare il palo alla destra di Follenti.
Al 25’ invece è direttamente Reucci ad impegnare Follenti con una punizione sempre dalla destra che viene respinta di pugno.
Nella ripresa c’è subito un sussulto ospite con Pompei che al 2’ sfodera un potente colpo di testa in area piccola ma Follenti devia sopra la traversa con il classico colpo di reni.
Poi però il Casette alza il proprio ritmo e al 10’st Mariani ha spazio sulla trequarti per tentare il tiro dalla distanza alla Quagliarella ma la traversa dice no.
Al 12’st una nuova occasione si presenta invece a Macellari che tira a volo in area ma Di Marco è bravo a deviare in tuffo sulla destra. Lo stesso Macellari ci riprova al 25’ st lasciato solo a centro area e libero di colpire di testa ma la sua girata esce ala lato.
Al 28’st cross dalla destra verso l’area dove Rossi appostato e indisturbato colpisce con freddezza e di prima battuta la palla che con un preciso un rasoterra fredda Di Marco preso ormai in controtempo.
Al 37’st la palla del raddoppio si presenta limpida a Mariani che è protagonista di un contropiede centrale e dopo aver superato il difensore cerca la battuta sicura, solo davanti al portiere ma calcia clamorosamente al lato.
 
Il Pagellone:
FOLLENTI         7 Spegne ogni principio di incendio e annienta l’unico rogo al 2’ del s.t.
GRECI              6,5 Ordinato, concentrato e lavoratore
CORVARO       5,5 Fa parte della terza difesa del campionato: ne sia orgoglioso.           
TOMBOLINI      5,5 Di posizione… forse troppa. E’ ora di sbloccare il freno a mano.
CEROLINI         6 Prova a mettere ordine come al solito ma è meno preciso.  
GRIOLI             7,5 Stavolta in difesa comanda lui: anticipa, imposta, tira.
MARIANI          6 Gira e rigira lì davanti come Rogani ma lo imita troppo… anche nei gol mangiati.
MACELLARI     6,5 Finalmente dopo nove gare si rivede il motorino del centrocampo
ROSSI              7,5 Toglie la sua solita intermittenza e marcia a tutto spiano; il gol ne è l’effetto logico.    
ROSATI            6     Non è il suo standard ma da comunque molti tempi.            
IACCHELLI       6,5 Dà tutto finchè può e lo fa anche bene
73’ MALAVOLTA 6 Positivo ma poco esplosivo come invece potrebbe fare         
04/11/10 ANCORA POCA COSA

 

 

04/11/10. Ci si aspettavano dei punti. Ne è arrivato uno e visto che l’avversario di turno era l’attuale capolista, il punto è ben accetto. La gara nel suo complesso è stata equilibrata e quindi anche il risultato appare giusto contro una squadra ben organizzata ma ora i punti, quelli pesanti bisognerà cominciare a trovarli anche in trasferta. A tal proposito non poteva esserci gara più impegnativa di quella di Montappone sabato prossimo contro la Due Emme, campo tradizionalmente ostico e dove le gare restano più che mai vive fino al 90’.

 
CASETTE D’ETE         0               
PIANE DI FALERONE  0
 
CASETTE D’ETE: Follenti, Greci Roberto, Corvaro, Tombolini, Cerolini, Grioli, Mariani (82’ Rossi), Macellari, Rogani (87’ Iacchelli), Rosati, Di Giminiani. A disp.: Tracanna, Cataldi, Ciarapica. All.  Greci Ronaldo.
PIANE DI FALERONE: Innamorati A., Battilà (35’ Giarelli), Tiburzi, Scriboni (75’ Innamorati R.), Cesetti (65’ Narcisi), Maggiorana, Ciocci, Bracalente, Morganti. A disp.: Corradini, Cesari, Carducci, Croce. All. Bonifazi.
 
ARBITRO: Spinosi di Ascoli Piceno.
 
CASETTE D’ETE – Inizo di studio poi il primo guizzo con il contropiede di Rogani che non aggancia per poco in uscita sul portiere.
Al 40’ corner dalla destra che Ciocci prolunga ti testa centrale e Morganti calcia di mezza rovesciata ma il tiro è debole.Nella ripresa parte meglio il Casette e al 20’ st tiro di Di Giminiani da 30 metri che sfiora l’incrocio. Al 29’ st contropiede di Rogani sulla destra che semina il difensore diretto e sul portiere in uscita calcia clamorosamente fuori a fil di palo. Al 38’ st contropiede di Morganti che al 38’st sbaglia come Rogani in azione molto simile.
 
Il pagellone:
FOLLENTI            6   Praticamente non fa una parata ma è vigile su tutto il resto.
GRECI ROB.        6    Dalla sua parte si destreggia e ruba anche qualche pallone.
CORVARO            5    Sbaglia appoggi facili fidandosi troppo delle capacità sensitive dei compagni.
TOMBOLINI          5,5 Ottimo primo tempo, si sfilaccia nella ripresa e perde il lume del gioco e della ragione
CEROLINI            6,5 Chiude ogni varco centrale 
GRIOLI                 6    Stavolta meno tecnico e più spazzatore ma serve anche questo
MARIANI                6,5 I suoi guizzi innescano le azioni offensive ma gli manca sempre lo spunto decisivo.
82’ ROSSI            6    Fa quel che può in pochi minuti
MACELLARI         6   Più presente delle scorse puntate, ora serve lo smalto più brillante.
ROGANI                5   Bella partita come al solito ma la rete fallita al 74’ sarebbe stato il gol partita.
87’ IACCHELLI s.v.           
ROSATI                 6     Manca un po’ di velocità ma cerca comunque di mettere ordine
DI GIMINIANI        5,5  I suoi calci piazzati sono lame nella burrosa difesa ospite ma null’altro.
 
28/10/10 SABBIE MOBILI

 

 

28/10/10.  Il piatto piange dice il detto. Ma soprattutto è la classifica biancorossa che a vederla dopo le prime sette giornate non fa salti di gioia.
E’ un periodo no, uno di quei periodi dove si gioca bene ma si conclude male e dove chi invece conclude poco porta a casa i tre punti, Margini positivi ce ne sono tanti e siamo convinti che tempi migliori devono sicuramente venire.
 
NEW GENERATION      1
CASETTE D’ETE          0              
 
NEW GENERATION: Santarelli, Iacopini, Del Prete, Cordolo, Recchi, Moriconi, Gramaccioni, Pacetti, Palloni, Ruta, Muzi. A disp: Roso M., Roso G., Perini, Amici, Giosuè, Boccatonda, Ciuccarelli. All. Coccia.
CASETTE D’ETE: Follenti, Greci Roberto, Corvaro, Tombolini, Cerolini, Grioli (88’ Della Valle), Mariani, Macellari, Rogani, Rosati, Di Giminiani (45’ Forani). A disp.: Storani, Ciarapica, Iacchelli, Cataldi. All.  Greci Ronaldo.
ARBITRO:  Pdi Macerata.
RETI: 44’ Palloni su rigore.
ESPULSI: al 55’ Palloni
 
PONZANO DI FERMO – La gara inizia bene per il Casette che gioca discretamente e già dopo 4’ trova una bella occasione con Mariani che di testa riesce a girare verso lo specchio della porta ma la convinzione è poca e Santarelli è in traiettoria e blocca. Al 15’ ci prova Di Giminiani con un tiro da posizione defilata sulla sinistra ma la palla finisce sull’esterno rete. Al 32’ l’occasione più ghiotta con Rogani che piazzato in area centralmente sferra la battuta a colpo sicuro ma un difensore riesce a deviare quel poco che basta per mandare la palla sopra la traversa a portiere battuto. Quando il finale di tempo era indirizzato sul pari Palloni conquista un calcio di rigore con grande esperienza franando a centro area e lo stesso attaccante realizza il penalty con un tiro abbastanza centrale.
Nella ripresa i locali badano al sodo e ad addormentare la gara. Poi con l’espulsione di Palloni per fallo di reazione su Cerolini, il Casette potrebbe approfittare della superiorità numerica ma la New si chiude a riccio lasciando davanti il solo Ruta e con l’1 a 0 in tasca lotta fino all’ultimo minuto per raccogliere i tre punti. Gli ospiti invece non trovano le idee giuste tanto che Santarelli non vede arrivare grossi pericoli dalle sue parti anche se rischia in diverse mischie e calci piazzati.
 
Il Pagellone:
FOLLENTI 6
GRECI 5,5
CORVARO 5,5
TOMBOLINI 5,5
CEROLINI 7
GRIOLI 6
88’ DELLA VALLE S.V.
MARIANI 6
MACELLARI 5
ROGANI 6,5
ROSATI 6
DI GIMINIANI 6
45’ FORANI 5,5.
22/10/10 AMAREZZA AL 90'

 

 

 

22/10/10 La sfortuna c’è ma ormai bisogna trovare la soluzione per sconfiggere anche quella sennò sono dolori. Anche con la Maglianese fioccano le belle occasioni da gol frutto di bel gioco e intese piacevoli da vedere ma il bersaglio sfugge sempre come una saponetta. Da questo punto in poi finisce il tempo delle prove e delle giustificazioni e serve un periodo più concreto… già a partire da sabato prossimo in casa della New Generation.
 
CASETTE D’ETE          1               
N.MAGLIANESE           2
 
CASETTE D’ETE: Follenti, Della Valle (55’ Macellari), Corvaro, Tombolini, Cerolini, Grioli, Mariani, Rossi, Rogani, Rosati, Di Giminiani. A disp.: Tracanna, Amaolo, Ciarapica, Forani, Greci Roberto, Vissani, Macellari. All.  Greci Ronaldo.
NUOVA MAGLIANESE: Cesetti, Del Dotto, Liberati (46’ Zucconi), Cappella, Pietà, Franconi, Marconi, Narcisi, Balestrino, Silenzi, Crudeli. A disp.: Anibaldi, Barone, Vitali, Cesari, Pacini, Polimanti. All. Montanari.
ARBITRO: Santori di Ascoli Piceno.
RETI: 8’ e 89’ Silenzi, 40’ Cerolini.
 
CASETTE D’ETE –Partenza in discesa per gli ospiti che già all’8’trovano il vantaggio con un contropiede sulla sinistra dal quale scaturisce un cross verso il centro area dove l’accorrente Silenzi, calcia piazzando indisturbato alla sinistra di Follenti.
Il Casette però reagisce subito e il buon pressing in area ospite porta al fallo di mano di Del Dotto che, al 20’,  intercetta una palla a mezz’altezza e l’arbitro decreta il rigore. S’incarica della battuta Di Giminiani che però calcia rasoterra sulla destra e non fortissimo, Cesetti intuisce e devia in corner.
Al 32’ punizione di Di Giminiani da trenta metri sulla destra e ancora Cesetti si oppone deviando in tuffo con difficoltà la palla diretta all’angolino basso alla sua sinistra.
Al 34’ traversone dalla destra di Rogani e Di Giminiani che riceve a centro area calcia fuori di piatto.
Al 39’ calcio d’angolo dalla destra di Di Giminiani e Tombolini di testa riesce a colpire anche se sbilanciato ma la sfera esce di poco al lato.
Al 40’ bellissima azione che legittima il pareggio con Cerolini che esce palla al piede dalla difesa innescando Mariani sulla fascia il quale brucia in velocità il diretto avversario e poco prima della linea di fondo riesce a pennellare verso l’area piccola un cross perfetto per chiudere l’azione con Cerolini, bravo a seguire l’azione e segnare il gol dell’1 a 1 con un potente colpo di testa.
Nella ripresa il Casette sale di tono ma non concretizza e nel finale paga grosso pegno.
Al 4’st Rogani riesce a servire Mariani sulla destra che entra in area, salta il portiere ma a porta vuota calcia clamorosamente sull’esterno della rete. Al 17’st ci prova lo stesso Rogani con un contropiede centrale che lo porta al tiro dal limite dell’area ma Cesetti è in giornata si e in massima distensione sulla sua destra devia la conclusione a colpo sicuro sul palo.
Al 24’st si riaffacciano gli ospiti con Balestrini che riceve sulla trequarti e tira ma Follenti para.
Al 44’st quando ormai la via era quella del pareggio Silenzi s’incarica della punizione abbastanza centrale decretata dall’arbitro da fuori area: tiro forte all’incrocio alla destra di Follenti e gol partita.
 
Il Pagellone:
FOLLENTI 5,5
DELLA VALLE 5
55’ MACELLARI 5
CORVARO 6
TOMBOLINI 5
CEROLINI 7
GRIOLI 6
MARIANI 6,5
ROSSI 6
ROGANI 7,5
ROSATI 6
DI GIMINIANI 5.
14/10/10 UN TEMPO A TESTA

 

14/10/10. Si dice che la fortuna aiuta gli audaci ma in questo caso è l’audacia che ha aiutato e dato forza al Casette. In una gara che, forse ai punti poteva andare alla Palmense, il Casette tira fuori la determinazione giusta per riacciuffare un risultato importante in casa di una buona squadra e che si farà sentire durante il campionato. Un recupero però affatto fortunoso ma del tutto legittimato e meritato. Sabato prossimo arriva al Brancadoro la Nuova Maglianese di mister Montanari. 

 
PALMENSE                1
CASETTE D’ETE       1               
 
PALMENSE: Paoloni, Marcoaldi, Quadrini, Mancini, Ignazi, Moretti, Bordin, Properzi, Cintio, Mentili, Teodori. A disp.:  Diomedi, Marzani, Acciarri, Palmieri, Marchionni, Vallucci, Vallesi. All. Ercoli.
CASETTE D’ETE: Follenti, Della Valle, Corvaro, Grioli (Amaolo), Cerolini, Tombolini, Forani, Macellari, Rogani, Rosati, Rossi. A disp.: Tracanna, Greci Rob., Ciarapica, Cataldi. All. Greci Ronaldo.
ARBITRO: Pampano di Ascoli Piceno.
RETI: 40’ Teodori, 55’ Macellari.
 
MARINA PALMENSE – Sotto un sole quasi estivo i locali partono a testa bassa e non perdono tempo nel chiudere il Casette nella propria metà campo. Da destra o da sinistra, così come al centro la Palmense trova varchi ovunque per sferrare l’attacco e arrivano a go go i traversoni per la testa di Cintio sempre lesto a smarcarsi in area ma la mira non è delle migliori. Gli ospiti stringono i denti ma ogni mossa è vana e molto di quello che fanno si sgretola sotto il pressing arancioverde.
Al 34’ occasione clamorosa dei locali con Follenti che respinge un tiro dalla sinistra e un attaccante, a due passi dalla porta, calcia alto sopra la traversa.
Al 40’ invece ancora palla alta dalla sinistra che viene prolungata in area e Teodori da solo davanti a Follenti insacca.
Nella ripresa qualcosa cambia e la brillantezza dei locali resta negli spogliatoi così il Casette inizia a batter cassa guadagnando metri e concretezza. Al 55’ palla centrale di Tombolini per Macellari che elude la difesa sulla destra e dopo aver saltato Paoloni in uscita calcia da posizione angolata un preciso rasoterra che entra in porta a fil di palo poco prima dell’arrivo in scivolata di un difensore e sigla il pareggio.
I locali accusano il colpo e il Casette si fa sotto con Corvaro, Forani e Rogani che in una occasione riesce a girarsi bene dalla distanza ma il suo tiro a colpo sicuro esce clamorosamente al lato. Nel finale bravo Follenti a sventare un paio di colpi di coda di Cintio e Bordin.
 
IL PAGELLONE:  
FOLLENTI      6,5
DELLA VALLE 5,5
CORVARO 6
GRIOLI 6
75’ AMAOLO 6
CEROLINI 6,5
TOMBOLINI 5,5
FORANI 5
MACELLARI 6
ROGANI 6,5
ROSATI 5,5
ROSSI 5
 
07/10/10 PUO' ESSERE LA VIA GIUSTA

 

06/10/2010. Dopo l’exploit in trasferta arriva anche la prima vittoria casalinga di questo campionato. A subirne le conseguenze una giovane Firmum, che non sfigura, ma durante la gara non riesce mai a trovare concretamente il mordente per fare propria la partita.
I locali invece sfoderano una prova convincente al di là del risultato risicato ed evidenziando la crescente amalgama di gruppo soprattutto nei momenti più opachi, e quindi pericolosi, della gara.
Sabato prossimo ci sarà il primo match di cartello contro una delle probabili protagoniste del torneo e sarà necessaria una buona dose di concentrazione per tentare di non rendere così facile il cammino della Palmense soprattutto in questo frangente in cui arriva dopo la sconfitta di sabato scorso in casa delle Due Emme.
 
CASETTE D’ETE    1               
FIRMUM                    0
 
CASETTE D’ETE: Follenti, Della Valle, Corvaro, Tombolini, Cerolini, Grioli, Mariani (87’ Vissani), Macellari, Rogani (82’ Forani), Rosati, Di Giminiani. A disp.: Tracanna, Cataldi, Greci Roberto, Singh. ll.  Greci Ronaldo.
FIRMUM: Cerquozzi, Morelli, Barbaresi M. (72’ Di Flaviano), Barbaresi L., Gironacci, Spinozzi, Castelletti (59’ Spurio), Capancioni, Farina, Barone, Mureni (67’ Marigliano). A disp.: Bentivoglio, Maurizi, Cugnigni, Gliottone). All. Marrozzini.
ARBITRO: Palestini di S.Benedetto.
RETI: 22’ Di Giminiani.
 
CASETTE D’ETE – Con un discreto primo tempo i locali risolvono la pratica Firmum, la quale prova a riemergere a tratti nelle ripresa ma le idee per il team di mister Marrozzini sono confuse e sterili e solo un paio di contropiedi creano pericoli seri.
Al 7’ pregevole azione tutta di prima con palla che arriva sulla destra all’accorrente Rogani, che si posiziona in area e indisturbato scarica un tiro a volo che però esce al lato.
Al 22’ incursione sulla sinistra di Di Giminiani che supera in velocità il diretto avversario e appena in area insacca con un forte rasoterra verso il palo più lontano.
Al 44’ ci prova Tombolini dal limite ma la palla esce alta.
Al 45’ contropiede centrale di Rogani che però arrivato solo in area tira e Cerquozzi è bravo a deviare  lateralmente.
All’8’st gli ospiti provano la conclusione con Barone ma la palla esce alta centrale.
Due minuti dopo risponde Macellari dalla parte opposta che, dopo una galoppata di Rosati da area ad area riceve palla sulla trequarti e calcia teso ma la sfera esce sopra la traversa di poco.
Al 14’st tiro di Mariani dopo un bel dribbling vinto contro un difensore ma il pallone esce a fil di palo alla destra di Cerquozzi.
Al 24’st punizione morbida dalla sinistra di Rosati per la testa di Di Giminiani appostato sulla destra: colpo sicuro ma sfera che esce a fondo campo.
Al 40’st ancora Mariani vince una serie di contrasti e rimpalli sulla destra riuscendo ad arrivare a fondo campo per un traversone in area ma nessuno si fa trovare pronto della nitida occasione davanti al portiere.
 
Il Pagellone:
FOLLENTI 7
DELLA VALLE 6,5
CORVARO 6
TOMBOLINI 6,5
CEROLINI 6,5
GRIOLI 6
MARIANI 6
87’ VISSANI s.v.
MACELLARI 6,5
ROGANI 6
82’ FORANI 6
ROSATI 7
DI GIMINIANI 6,5
 
29/09/10 CAMBIO DI MARCIA

 

29/09/10. A questo punto contava solo vincere. Non tanto per dimostrare qualcosa ma più semplicemente per il morale e l'iniezione di fiducia che in questi casi può dare un giusto risultato in questo avvio di campionato. I tre punti sono arrivati ed anche con discreto merito dopo una gara che per il Rapagnano non ha avuto mai grosse chance vista la giovane media-età dei suoi giocatori che seppur volenterosi e tecnicamente anche validi ha pagato la maggior caratura ospite. Il morale quindi ha avuto il suo sfogo, ora però serve la conferma , sabato prossimo, contro la Firmum da sempre compagine arcigna e mai doma.

 

 

RAPAGNANO             1

CASETTE D’ETE       3               

 

 RAPAGNANO: Di Ridolfo, Cacchiarelli, Storani (59’ Belletti), Franchi, Smerilli, Marcantoni (54’ Pallotti), Belletti, Bisconti, Olivieri, Badalini, Fedeli (82’ Croceri M.). A disp.: Croceri A., Galletti, Vesprini, Franchi.
CASETTE D’ETE: Follenti, Della Valle, Corvaro, Grioli, Cerolini, Tombolini (85’ Ciarapica), Mariani, Macellari, Rossi, Forani (72’ Rogani), Di Giminiani. A disp.: Tracanna, Greci Rob., Rosati, Cataldi. All. Greci Ronaldo.
ARBITRO: Monterubbianesi di Fermo.
RETI: 38’ Rossi, 41’ Olivieri, 47’ Tombolini, 70’ Mariani.
 
RAPAGNANO – L'inizio è maggiormente a favore del Casette che manovra bene fino all'area avversaria ma non è sufficientemente determinata nel finalizzare. Al 38’ Rossi conquista palla sua trequarti e da posizione centrale riesce ad avere spazio e tempo per provare la bordata: la palla s’insacca sotto l’incrocio lontano difeso dall’ex Di Ridolfo e il casette passa in vantaggio.
Lo stesso Rossi però, nell’esultanza, compie l’ingenuità di togliere la maglia e nonostante la rimetta subito l’arbitro applica alla lettera il regolamento comminando la seconda ammonizione e lasciando gli ospiti in 10 uomini. Uomini che però ci mettono un po’ a riorganizzarsi nell’inferiorità numerica e tre minuti dopo Olivieri è bravo a sfruttare un errato disimpegno difensivo sulla destra e a presentarsi da solo davanti a Follenti : il portiere intercetta ma il tiro è forte e s’insacca.
Nella ripresa il Casette lascia da parte i conti e parte bene. Al 47’ Forani costringe la difesa locale ad indietreggiare e Tombolini con un guizzo che parte da metà campo anticipa difensore e portiere e mette a segno con un forte e preciso rasoterra all’angolino basso il gol del secondo vantaggio.
I locali provano a pungere sulle fasce e con i calci piazzati di Badalini ma al 70’ in un veloce contropiede biancorosso Di Giminiani lancia il pregevole inserimento di Mariani nella spazio tra i due difensori centrali ed il capitano riesce a sferrare la mezza girata di sinistro che trafigge Di Ridolfo sul palo lontano e chiude virtualmente la partita.
 
IL PAGELLONE:  
FOLLENTI      6,5
DELLA VALLE 6,5
CORVARO 6
GRIOLI 6
CEROLINI 6,5
TOMBOLINI 6,5
85’ CIARAPICA 6
MARIANI 6,5
MACELLARI 6
ROSSI 5,5
FORANI 6
72’ ROGANI 6
DI GIMINIANI 6
20/09/10 FERMI AI BOX

 

20/09/10. Forse prendere qualche schiaffone alle prime due di campionato potrà servire a rendere chiare le difficoltà del cammino appena iniziato: ogni partita sarà lacrime e sangue.
Al debutto stagionale tra le mura amiche il Casette cade subito al tappeto e comincia a chiedersi qual’è davvero la via giusta per invertire da subito la rotta. Di bocconi amari quasi certamente ce ne saranno altri vista la caratura media del torneo e quindi almeno ora è importate trovare velocemente risultati e possibilmente tranquillità, componenti di sicuro aiuto.
 
CASETTE D’ETE       0               
VILLA 2003                 2
 
CASETTE D’ETE: Follenti, Greci Roberto, Rossi (57’ Corvaro), Grioli (69’ Forani), Cerolini, Tombolini, Mariani (78’ Cicconi P.), Macellari, Rogani, Rosati, Di Giminiani. A disp.: Tracanna, Ciarapica, Della Valle, Amaolo. All. Greci Ronaldo.
VILLA 2003: Pennesi, Pierantoni, Iommi, Canullo S., Canullo V., Costà, Marino, Brillarelli (79’ Giuliani), Marignani (67’ Scaduto), Peroni, Toscana. A disp.: Tamburri, Cantolacova, Micucci, Cesaretti, Scagnetti. All. Cruciani.
ARBITRO: Nazzari di Ascoli P..
RETI: 44’ Peroni, 69’ Toscana.
 
CASETTE D’ETE – La partenza è di studio da ambo le parti con i locali che provano a pungere con qualche efficace contropiede ma sterile nella mira. Al 20’ tiro da fuori di Rogani ma Pennesi para centrale. Al 25’ punizione dal limite di Toscana e la barriera respinge in corner. Al 29’ punizione di Peroni dalla destra e Follenti blocca a terra.
Quando il primo tempo sembra chiudersi in parità Peroni controlla a centrocampo e da circa 25 metri scarica un destro che s’incunea con precisione chirurgica sotto al sette alla destra di Follenti che tenta inutilmente la parata.
La ripresa dei locali è molto confusionaria e la quantità industriale di palloni e contrasti persi in ogni parte del campo ne sono la testimonianza più visibile.
Al 24’ st gli ospiti sono lesti a costruire un veloce contropiede che smarca Toscana sulla destra e gli permette di arrivare a tu per tu col portiere in solitaria e d insaccare lo 0-2 finale con un preciso pallonetto.
 
 
IL PAGELLONE:  
FOLLENTI 6,
GRECI ROB. 5,5,
ROSSI 5
57’ CORVARO 6
GRIOLI 6
69’ FORANI 5,5
CEROLINI 6,5
TOMBOLINI 4
MARIANI 4,5
78’ CICCONI P. 6
MACELLARI 5,5
ROGANI 5
DI GIMINIANI 4,5.
 
13/09/10 FALSA PARTENZA

13/09/10. Steccata subito la prima. Sulla falsa riga dell’anno passato infatti il Casette parte in salita anche se meno pesantemente e con più note positive che negative. La cosa che un po’ fa sorridere è che fino al gol giunto a 11 minuti dalla fine l’impressione del pubblico era molto buona e a favore dei biancorossi che avevano giocato ordinati, con la giusta concentrazione e concedendo agli avversari prevalentemente tiri da fuori. Dopo il gol però ognuno aveva la sua teoria, a partire dai pantaloncini troppo lucidi fino all’erba di un verde troppo retrò!! Tutto ciò stà a significare che non trovando un motivo chiaro e certo per la sconfitta si va a cercare il pelo nell’uovo: la squadra si è mossa bene, ha fatto quello che sapeva fare, deve aggiustare un po di mira e concretizzare le belle trame che costruisce davanti e dentro l’area.

D’altro canto però deve accrescere l’attenzione massima nei momenti top della gara per non gettare al vento anche quei punticini che alla fine dei conti… contano!

 

MONTE URANO CALCIO            1

CASETTE D’ETE                             0

 

MONTE URANO CALCIO: Diomedi, Rastelli, Visaggio (30’st Ambrogi), Traini, Scoppa, Santini (20’st Bragagnolo), Grilli, Fabiani (40’ Morichetti), Velisarescu, Malaigia, Cappella. A disp.:  Anibaldi, Di Nardo, Vitellozzi, Andrenacci. All. Cannella.

CASETTE D’ETE: Follenti, Greci Roberto, Corvaro (35’st Rossi), Della Valle, Grioli, Tombolini, Mariani, Macellari (43’st Iacchelli), Rogani, Rosati, Di Giminiani. A disp.: Tracanna, Ciarapica, Cicconi, Forani. All. Greci Ronaldo

ARBITRO: Cesaroni di San Benedetto del Tronto

RETI: 79’ Velisarescu

 

 

IL  PAGELLONE:  FOLLENTI 6, GRECI ROB. 6, CORVARO 6 (35’ST ROSSI 6), DELLA VALLE 6,5, GRIOLI 6,5, TOMBOLINI 6, MARIANI 5,5, MACELLARI 6 (43’ST IACCHELLI S.V.), ROGANI 6,5, ROSATI 6+, DI GIMINIANI 6. 

28/09/10 IN CRESCENDO

28/08/10. Seconda sgambatura della nuova annata, questa volta contro il Caldarola di mister Francesco Mora. Diverse assenze da una parte e dall’altra ma gara gradevole e con buoni ritmi nonostante il caldo.
La prima frazione termina 0 a 0 mentre a metà ripresa vanno a segno prima Vissani e poi Tombolini per i locali mentre gli ospiti accorciano su calcio di rigore per il definitivo 2 a 1.
Casette d’Ete, formazione primo tempo: Follenti, Greci, Corvaro, Grioli, Della Valle, Tombolini, Mariani, Macellari, Rogani, Forani, Rossi. Secondo tempo: Tracanna, Corvaro (10’st Ercolani), Grioli, Greci, Ciarapica, Tombolini, Mariani, Rogani (20’st Vissani), Forani (28’Mecozzi), Macellari (28’Singh), Rossi (20’st Cicconi).
 
24/08/10 PRIME PROVE

 

24/08/10. Ad una settimana dall’avvio della preparazione il Casette si è cimentato nella prima prova sul campo contro un avversario di tutto rispetto: la Settembrina di mister Doria che si accinge a disputare un altro campionato da protagonista in Prima Categoria. E' stata soprattutto la differenza di condizione fisica ha farla da padrona nella sfida amichevole al Brancadoro e così dopo il primo tempo terminato 1 a 1 con buone trame da entrambe le parti,  nella ripresa è stato dato spazio a molti cambi e il risultato finale è stato di 6 a 2 per i gialloverdi elpidiensi.
Sabato prossimo, giornata biancorossa alla quale sarà associato un altro test, questa volta contro il blasonato Caldarola dell’ex mister Mora.
17/08/10 VERDE SPERANZA

 

17/08/10. E’ cominciata oggi, di buon mattino, la preparazione atletica, della prima squadra, per affrontare l’ormai prossimo campionato di seconda categoria che anche quest’anno il Casette d’Ete si accingerà ad affrontare.
I propositi per fare buone cose sono il punti cardine con cui il club biancorosso inizia ogni nuova avventura e anche stavolta i presupposti per raccogliere buoni frutti sono positivi. Per il terzo anno consecutivo ci sarà Ronaldo Greci a guidare il timone della squadra mentre la nuova rosa si avvale di non troppi volti nuovi: portieri: Follenti (dal Montefano), Tracanna; difensori: Cataldi, Corvaro, Della Valle (promosso dalla Juniores) Greci, Grioli (dalla Robur MC); centrocampisti: Ciarapica, Iacchelli, Macellari, Mariani, Rosati, Tombolini; attaccanti: Rossi, Forani (promosso dalla Juniores), Di Giminiani (dal Servigliano), Rogani (dalla Vigor Sant’Elpidio).